domenica, 26 maggio 2024

Articoli

Videosorveglianza e privacy: l’esperta risponde

02/02/2023

di Roberta Rapicavoli - Avvocato esperto in Information Technology e privacy e Docente Ethos Academy

La passata edizione di secsolutionforum2022 ha ospitato 40 minuti di question time dal vivo con l’Avv. Roberta Rapicavoli sul tema “videosorveglianza e privacy”. Le domande pervenute erano però talmente tante che non è stato possibile evaderle interamente in diretta; nel frattempo altri lettori hanno inoltrato alcuni quesiti alla Redazione. In questo numero rispondiamo quindi a tutte le domande che sono arrivate, in diretta o in differita.

DOMANDA 1  - La normativa privacy si applica nel caso di telecamere utilizzate per il conteggio delle persone che accedono all’interno di una determinata area?

Se il sistema viene installato per rilevare il solo numero di coloro che accedono a una determinata area e si limita quindi solo al conteggio, senza acquisire alcuna informazione che possa identificare le persone che abbiano fatto ingresso all’interno del locale, non si ha un trattamento di dati e, dunque, non trova applicazione la normativa privacy. Diverso invece il caso in cui, oltre a conteggiare le persone che varcano una certa soglia, il sistema rilevasse anche il loro volto che, come noto, costituisce un dato personale, il cui trattamento dovrà essere effettuato nel rispetto della normativa vigente in materia di protezione dei dati personali.

DOMANDA 2 - L’amministratore di un condominio può decidere di installare delle telecamere che inquadrano aree condominiali senza informarne i condomini? 

La scelta di installazione di telecamere in aree condominiali non compete all’amministratore, ma ai condomini, che esprimono la loro volontà di riprendere aree comuni tramite un sistema di videosorveglianza mediante apposita delibera. Più specificamente, secondo quanto stabilito dall’art. 1122-ter del cod. civ, le deliberazioni concernenti l’installazione sulle parti comuni dell’edificio di impianti volti a consentire la videosorveglianza su di esse devono essere approvate dall’assemblea con la maggioranza di cui al secondo comma dell’art. 1136, ossia con un numero di voti che rappresenti la maggioranza degli intervenuti e almeno la metà del valore dell’edificio. L’assemblea condominiale, chiamata a decidere sull’installazione del sistema di videosorveglianza nelle aree comuni, deve chiaramente tenere presente che l’impiego di tali strumenti, da cui deriva un trattamento di dati personali, è ammesso solo in presenza di concrete e legittime esigenze e deve avvenire nel rispetto dei principi e degli adempimenti specificamente prescritti dalla normativa privacy di settore.

DOMANDA 3 - Quali indicazioni devono essere riportate nel cartello sulla videosorveglianza?

Secondo quanto indicato dal Comitato europeo per la protezione dei dati nelle linee guida 3/2019 sul trattamento dei dati personali attraverso dispositivi video, il cartello sulla videosorveglianza – che costituisce l’informativa di primo livello - deve contenere: 1) i dati identificativi e di contatto del titolare del trattamento e, ove applicabile, del rappresentante del titolare; 2) i dati di contatto del responsabile della protezione dei dati (o data protection officer), ove nominato; 3) le principali informazioni sul trattamento (ad esempio: il tempo di conservazione nel caso di sistema di registrazione); 4) le finalità del trattamento; 5) i diritti dell’interessato; 6) le indicazioni attraverso cui poter conoscere l’informativa estesa o di secondo livello (contenente tutte le ulteriori informazioni previste dall’art. 13 del GDPR).

NB - Una precisazione rispetto al richiamo all’informativa estesa: nel modello di cartello sulla videosorveglianza fornito nelle Linee guida del comitato europeo è riportato il QRcode, ma si tratta di uno dei possibili strumenti da poter utilizzare per far visionare agli interessati l’informativa estesa. Il titolare può infatti decidere di mettere a disposizione degli interessati l’informativa alla reception, in bacheca, sul sito web o attraverso le modalità ritenute più idonee nel caso concreto, ricordando di garantire all’interessato l’accesso alle informazioni anche in modalità non digitale e senza entrare nell’area sorvegliata, ad esempio tramite il canale telefonico.

DOMANDA 4 - L’accesso alle immagini (real time o registrate) deve essere controllato? In che modo?

L’accesso alle immagini deve essere controllato tramite specifiche misure di sicurezza, fisiche e logiche, di tipo tecnico e organizzativo, in modo da garantire che le sole persone autorizzate possano effettuare operazioni di trattamento (quali sono, ad esempio, la visione real time delle immagini o l’estrapolazione delle immagini registrate). Volendo richiamare alcune delle misure indicate dal Comitato europeo per la protezione dei dati nelle linee guida 3/2019, al fine di supportare il controllo degli accessi, è necessario: prestare attenzione ai locali in cui viene effettuato il monitoraggio e al posizionamento dei monitor di videosorveglianza, impostare le password di accesso tenendo conto delle diverse competenze attribuite agli operatori, definire e applicare specifiche procedure per la concessione, la modifica e la revoca dell’accesso.

DOMANDA 5 - Un privato o una società può inquadrare la strada pubblica?

Il privato o una società deve limitare la ripresa alle aree di propria esclusiva pertinenza e, nel definire il raggio di azione delle telecamere, deve escludere la strada pubblica. Talvolta il posizionamento delle telecamere non consente di limitare le riprese alle sole aree non pertinenza e, in tal caso, occorre attivare misure tecniche come il mascheramento, per oscurare le porzioni di immagini che non devono essere inquadrate. 

DOMANDA 6 - Una scuola può installare un sistema di videosorveglianza? 

In generale l’impiego di telecamere da parte di una scuola è consentito, in casi di stretta indispensabilità, al fine di tutelare l’edificio e i beni scolastici da atti vandalici, circoscrivendo le riprese alle sole aree interessate. La possibilità di installare e utilizzare un sistema di videosorveglianza in ambiente scolastico è però limitata dal diritto dello studente alla riservatezza. Per tale ragione, se vi sono esigenze di inquadrare l’interno degli edifici, come indicato dal Garante privacy nel suo provvedimento in materia di videosorveglianza del 2010 e ribadito anche nelle recenti faq sulla videosorveglianza pubblicate sul sito web dell’Autorità, le telecamere che inquadrano tali aree interne potranno essere attivate solo negli orari di chiusura, quindi non in coincidenza con lo svolgimento di attività scolastiche ed extrascolastiche. Se le riprese riguardano l’esterno della scuola, in applicazione del principio di minimizzazione, l’angolo visuale delle telecamere deve essere opportunamente delimitato in modo da inquadrare, ad esempio, solo il muro perimetrale, escludendo dal raggio di ripresa strade pubbliche o aree di proprietà di terzi. Si segnala, per completezza, che sono all’attenzione del Parlamento progetti di revisione della disciplina sull’utilizzo degli strumenti di videosorveglianza negli istituti scolastici.



Tutti gli articoli

secsolutionforum
DIGITAL EVENT
17-18-19 aprile 2024

unico appuntamento digitale della sicurezza

Dedicato ai professionisti della sicurezza al tempo della "Phygital Security", dove non esistono più confini tra sicurezza fisica e logica.
L'evento digitale di tre giorni si conferma, di edizione in edizione, come vero e proprio aggregatore di interessi e di contenuti, di idee e persone, di professionisti, competenze e mercato.
Un polo di formazione e confronto per fare cultura di settore e promuovere la crescita e la professionalità degli operatori della sicurezza in un'epoca contraddistinta da gravi elementi di incertezza e complessità.

La partecipazione agli incontri on line è gratuita

Secsolutionforum.it

I video secsolutionforum

EEA Security a secsolutionforum 2024
EEA Security partecipa al Live Event secsolutionforum 2024

Aura Sicurezza a secsolutionforum 2024
Aura Sicurezza partecipa al Live Event secsolutionforum 2024

Wolfsafety a secsolutionforum 2024
Wolfsafety partecipa al Live Event secsolutionforum 2024

PB Elettronica a secsolutionforum 2024
PB Elettronica partecipa al Live Event secsolutionforum 2024

Muscope Cybersecurity a secsolutionforum 2024
Muscope Cybersecurity partecipa al Live Event secsolutionforum 2024

SKP Technology a secsolutionforum 2024
SKP Technology partecipa al Live Event secsolutionforum 2024

Crisma Security a secsolutionforum 2024
Crisma Security partecipa al Live Event secsolutionforum 2024

Genetec a secsolutionforum 2024
Genetec partecipa al Live Event secsolutionforum 2024

AVS electronics a secsolutionforum 2024
AVS electronics partecipa al Live Event secsolutionforum 2024

Motorola Solutions a secsolutionforum 2024
Motorola Solutions partecipa al Live Event secsolutionforum 2024

articoli secsolutionforum

secsolutionforum 2024: 1100 volte grazie
21/05/2024
della Redazione secsolutionforum2024 è stato una vera e propria cavalcata digitale tra i temi più...

cyber & privacy forum: la cyber security incontra la protezione dati
20/11/2023
Per favorire lo sviluppo di una cultura comune incentrata sulla sicurezza e sulla protezione dei dati,...

Nuove sfide dell’antintrusione in un mondo sempre più fluido
27/09/2023
Nuove sfide dell’antintrusione in un mondo sempre più fluido: produttori, distributori e integratori...

La videosorveglianza fa i conti con il consolidamento di mercato
20/09/2023
Nuove sfide della videosorveglianza in un mondo sempre più fluido: produttori, distributori e integratori...

La resilienza come tema normativo: cosa cambia per la sicurezza?
18/07/2023
Alvise Biffi (Vicepresidente di Assolombarda); Alessandro Bove (Ricercatore di tecnica e pianificazione...

secsolutionforum: crescita dell’evento e del comparto tutto
13/07/2023
La crescita del comparto c’è e si riscontra anche nell’interesse e nel seguito (oltre...

Secsolutionforum 2023: phygital security, e oltre
23/03/2023
Dal 26 al 28 aprile 2023 torma secsolutionforum, l’annuale ed atteso evento digitale rivolto...

Videosorveglianza e privacy: l’esperta risponde
02/02/2023
di Roberta Rapicavoli - Avvocato esperto in Information Technology e privacy e Docente Ethos Academy La...

Smart City tra progettazione, trasformazione digitale e privacy
05/10/2022
della Redazione Nel seminario che si è tenuto a secsolutionforum2022 dedicato alla sicurezza urbana...

Una certezza per il comparto: torna secsolutionforum digitale
19/09/2022
della Redazione secsolutionforum, il primo e unico evento digitale della sicurezza, è e si conferma...

interviste secsolutionforum

Nuovo Codice Appalti a secsolutionforum
04/04/2023
Intervista a Luca Leccisotti, Formatore manageriale della PA, esperto in appalti e procedure di gara telematiche

I dati come oggetto di valore
19/04/2022
Intervista a Pierluigi Perri, Avvocato, Professore di "Sicurezza informatica, privacy e protezione dei dati sensibili", Università Statale di Milano

VIMAR, edifici più connessi, integrati, smart. E più sicuri
04/09/2020
Intervista a Stefano Paradisi, Category Specialist Security di VIMAR