domenica, 14 aprile 2024

News

Business & People

BIM: ottimizzazione interna e interoperabilità

25/03/2024

Il Building Information Modeling (BIM) ha rivoluzionato il settore dell’architettura, dell’ingegneria e della costruzione negli ultimi decenni. Questa metodologia di progettazione “collaborativa” basata su modelli 3D ha permesso di aumentare l’efficienza, ridurre gli errori e migliorare la comunicazione tra i diversi attori coinvolti nel processo di realizzazione di un edificio o di una infrastruttura. Tuttavia, il BIM non è un concetto statico, ma continua a evolversi. L’ottimizzazione interna e l’interoperabilità svolgeranno un ruolo cruciale nel plasmare il suo futuro.

Uno dei principali obiettivi del BIM è sempre stato quello di migliorare l’efficienza e la produttività nell’intero ciclo di vita di un progetto. Questo sarà ancora più centrale nel futuro del BIM. Una delle aree in cui il BIM può continuare a crescere è l’integrazione di analisi avanzate all’interno del modello. Ciò significa che non solo avremo una rappresentazione 3D dell’edificio, ma il modello stesso diventerà un ambiente dinamico in cui eseguire simulazioni e analisi di diverse variabili. Ad esempio, il BIM potrà incorporare dati sul consumo energetico permettendo così di ottimizzare l’efficienza energetica e identificare i punti deboli del progetto.

Allo stesso modo, il BIM potrà supportare analisi strutturali avanzate, testando la resistenza dell’edificio a varie condizioni di carico, o analisi di flusso e idraulica per le infrastrutture, ottimizzando il design per massimizzare la funzionalità e ridurre i rischi.

Lisa Cruciani - MarCom Manager dormakaba - prosegue questa analisi nel suo articolo.

Il link per la lettura del testo integrale

 



Tutte le news