lunedì, 22 luglio 2024

W la Privacy

W la Privacy

Al via il Privacy Day Forum

24/05/2023

Nel giorno del quinto anniversario dell'introduzione del GDPR torna il Privacy Day Forum, evento organizzato da Federprivacy, che fin dal 2011 rappresenta un appuntamento importante per Data Protection Officer, Privacy Officer, e tutti gli altri addetti ai lavori delle organizzazioni private e della pubblica amministrazione. Il 25 maggio dalle ore 9 sul canale YouTube di Federprivacy è prevista la diretta streaming del programma dell'Auditorium.

In questi ultimi anni, i temi della protezione dei dati personali e della loro sicurezza hanno visto una crescente attenzione da parte del mercato e delle stesse autorità di controllo.

La sempre maggiore interconnessione dei sistemi, la potenza di analisi e di calcolo, lo sviluppo tecnologico caratterizzato da Intelligenza Artificiale, Big Data, Internet of Things, geolocalizzazione, social network e servizi cloud, offrono molte opportunità, ma anche numerose complicazioni normative e minacce derivanti da attacchi informatici, data breach, fake news, e dark pattern che traggono gli utenti in inganno.

Anche le recenti emergenze sanitarie e le tensioni geopolitiche hanno avuto notevoli ripercussioni sulla privacy dei cittadini, che vedono la tutela della loro sfera privata sempre più come un miraggio, e a rimetterci sono spesso i più svantaggiati, come sottolinea Nicola Bernardi, presidente di Federprivacy:

"Ora è più urgente che mai che tutti i protagonisti  della transizione digitale non si limitino a lanciare solo degli slogan accattivanti, ma mettano davvero al centro del dibattito il rispetto del diritto alla protezione dei dati personali degli individui, compresi i minori e le altre categorie di soggetti vulnerabili, ragion per cui al Privacy Day Forum 2023 metteremo in evidenza come solo una società digitale realmente sostenibile ed inclusiva potrà consentirne un pieno sviluppo che premi quelle imprese che puntano sui valori etici e sulla responsabilità sociale."

Una protezione dei dati "inclusiva"

Aprirà l'evento, dopo i saluti iniziali, Guido Scorza, componente dell'Autotirà Garante per la protezione dei dati personali, con l'intervento dal titolo "Privacy inclusiva nella nuova civiltà digitale", che traccerà il filo conduttore della giornata, all'insegna della protezione dei dati personali inclusiva e dello sviluppo sostenibile della società digitale. Infatti, proprio sui temi dei dei diritti della persone svantaggiate, come bambini, detenuti, malati, anziani, LGBT, non vedenti, diversamente abili, senza tetto, extra-comunitari, e lavoratori della gig economy, l'Avv. Scorza ha pubblicato insieme a Eduardo Meligrana il libro "La Privacy degli Ultimi", in omaggio per gli associati a Federprivacy nel mese di aprile.

Un altro ambito nel quale i diritti sulla privacy sono minacciati è il mondo del lavoro, dove tecnologie informatizzate e sistemi di Intelligenza Artificiale che comportano anche decisioni automatizzate stanno diventando sempre più invasivi per i lavoratori. Per questo c'è grande attesa per l'intervento di Ginevra Cerrina Feroni, Vice Presidente del Garante per la protezione dei dati personali, che affronterà i temi delle nuove sfide della tutela della privacy in ambito di lavoro.

La stessa Prof.ssa Cerrina Feroni nei mesi scorsi ha rappresentato l'Autorità italiana al G7 delle Autorità di protezione dati, chiedendo che nel documento finale dei lavori venisse inserito “il rifiuto di un uso indiscriminato dell'Intelligenza Artificiale applicata ai dati personali che porti a forme di sorveglianza massiva con l'evidente scopo di controllare e manipolare i comportamenti degli individui a partire dai dati personali, raccolti, analizzati e incrociati in grandi quantità, varietà e velocità”.

Tra gli speaker d'eccezione che daranno uno spessore internazionale all'evento (il panel è completamente in lingua italiana), hanno confermato la loro partecipazione Luciano Floridi, professore ordinario di Filosofia ed Etica dell’informazione all’Università di Oxford, dove dirige il Digital Ethics Lab, e Alessandro Acquisti, professore di Information Technology e Public Policy all'Heinz College della Carnegie Mellon University negli Stati Uniti, che presenterà i risultati del suo nuovo studio sulla pubblicità comportamentale, di cui ha parlato recentemente anche il New York Times, mettendo in evidenza che, contrariamente a quanto si possa pensare, gli annunci personalizzati di offerte promozionali che gli utenti visualizzano mentre navigano online possono in realtà proporre loro prodotti più costosi e di qualità inferiore rispetto ad altri prodotti identici che essi troverebbero nei risultati di una semplice ricerca online.

Il programma della giornata prevede un panel con quasi 50 interventi, di cui circa 15 speech nella plenaria e oltre 30 workshop in tre rispettive sale meeting del CNR di Pisa. 

Considerato l'elevato numero di prenotazioni ricevute, tutti gli addetti ai lavori che sono utenti registrati possono ancora prenotare la propria partecipazione dall'Agenda Online fino ad esaurimento dei posti disponibili in base alla capienza consentita dalle norme di legge.

 


maggiori informazioni su:
www.federprivacy.org



Tutte le news

Preparazione alla Certificazione

Ethos Academy

Corsi in programmazione riconosciuti per il mantenimento e la preparazione alla certificazione TÜV Italia

Webinar
La Norma CEI 64-8

Cybersecurity

Webinar

Ethos Academy

La cybersicurezza dei sistemi di videosorveglianza
Corso riconosciuto da TÜV Italia