venerdì, 30 settembre 2022

News

Business & People

GDPR: è boom di sanzioni globali per infrazioni alle procedure

07/09/2022

Vola nel primo semestre di quest’ anno l’incidenza delle multe assegnate a società e a liberi professionisti per comprovata difformità d’insieme alle disposizioni GDPR, il Regolamento Generale sulla Protezioni dei Dati che, a partire dal 2018, definisce sul territorio UE le norme per la tutela del diritto alla privacy ed relativamente alla raccolta, alla elaborazione ed alla circolazione dei dati personali.

92 per cento di aumento rispetto al primo semestre 2021, stando a quanto dichiarato da Atlas VPN, provider di servizi tra i più recenti sul mercato (Fonte: Enforcementtracker).

Detto in altre parole, è di poco meno di 98 milioni di euro il valore economico sanzionato mentre, nello stesso periodo dello scorso anno, se ne registravano circa 50 milioni di euro.


Retail Security: nel Regno Unito è sanzionata (quasi) una azienda su due

43 per cento delle aziende nel retail di sistemi di videosorveglianza e privacy del Regno Unito è stato multato per violazione della disciplina al trattamento di riprese video in esercizi commerciali, ree di non aver saputo proteggere la privacy dei clienti e dei dipendenti. (Fonte: IFSECGLOBAL- 43% of UK retailers fined for video privacy breaches, according to survey - 23 agosto 2022-trad. E.Rossi)

Attraverso un questionario strutturato in una serie di domande sull’ utilizzo della tecnologia di videosorveglianza durante l’attività professionale, sulla privacy dei dati visivi dei clienti e altro ancora, Secure Redact, società britannica di sicurezza video e privacy, ha intervistato tra maggio e giugno 2022    500 aziende del comparto, su scala nazionale, per fare il punto.


Videosorveglianza e Privacy Policy: quando la formazione rende la convivenza possibile

Riflessioni inevitabili da parte del rilevatore che osserva come i risultati raccolti fotografino una situazione nitida.  In aziende e locali commerciali, l’utilizzo degli impianti di videosorveglianza, non solo per motivi di sicurezza, si conferma una tendenza in crescita sul suolo britannico e discorda con l’oggetto della normativa sulla privacy, con i rivenditori e gli acquirenti che “ne pagano il prezzo”.

La situazione che si è descritta nel paragrafo precedente si evidenzia anche sul nostro piano nazionale (oltre 13 milioni di euro le sanzioni riscosse nel 2021). Il diritto alla riservatezza delle informazioni personali e la gestione delle stesse sono temi centrali anche per le aziende del nostro comparto. Le autorità competenti sembrano andare nella direzione di implementare misure più severe per sistemi video in-store che strizzino l’occhio anche agli obiettivi dei professionisti del settore security. Che fare, allora? Niente paura, la relazione tra privacy e tutela dei dati personali non è incompatibile. Il rapporto tra evoluzione tecnologica, che reca con sé una messa a punto intelligente di sistemi e servizi, e didattica sembrano essere sempre di più due facce della stessa medaglia.

 
Le iniziative di Ethos Academy

Ethos Academy riparte in settembre con nuovi corsi formativi e di aggiornamento fruibili on-line e in presenza che investono diversi ambiti e competenze. Grazie al contributo di docenti e di professionisti esperti per fornire consulenza e coaching i contenuti proposti sviluppano e aggiornano le competenze e le attitudini dei professionisti della Privacy, Cyber Security e Videosorveglianza con un taglio pratico ed esperienziale per fornire le linee guida sulla comprensione e sulla attuazione delle normative nella pratica giornaliera.

Nel dettaglio i percorsi:

-        https://www.secsolution.com/page/2022_Roadshow-Provision-ISR.asp

-        https://www.secsolution.com/page/2022_Aikom-Tour.asp

-        https://www.ethosacademy.it/formazione-security-safety-corso.asp?c=8&id=83

 



Tutte le news