martedì, 23 ottobre 2018

News

Eventi

Roadshow ANIE Sicurezza: la convergenza al centro

12/10/2018

MILANO - Ottimo riscontro di pubblico per la prima tappa del roadshow ANIE Sicurezza con le “istruzioni per l'uso” per crescere in un comparto dinamico e in costante evoluzione. Tre le linee guida del processo evolutivo in atto, illustrate il 10 ottobre scorso nella tappa milanese proprio in casa ANIE, si stagliano la convergenza tecnologica, il sicuro binario della normativa tecnica (ma non solo), e infine l'applicazione progettuale di soluzioni convergenti e integrate per la sicurezza.

Nuovo paradigma
L'era della sicurezza, intesa come sensoristica capace di generare delle reazioni umane, è infatti finita da tempo: sebbene l'uomo sia il destinatario finale delle informazioni, è la tecnologia ad essere al centro dei processi, dei modelli di business, delle procedure organizzative. Ed essendo superata la fase tecnologica stand alone per dar posto alle soluzioni integrate, la sicurezza si può oggi rappresentare come un vero organismo complesso. Dinamico, aperto e attaccabile.

Nuovi rischi
La digitalizzazione sempre più spinta ha infatti portato a una profonda convergenza non solo tra security, safety e automazioni, ma anche tra sicurezza fisica e sicurezza logica. E quest'ultimo aspetto ha fatto cadere il primo e fondante paradigma della sicurezza analogica tradizionale: oggi non esistono più strutture attaccabili solo dall'esterno e dunque contenibili in un ideale perimetro protetto. Tutto è attaccabile anche dall'interno, e poiché “l'unico computer sicuro è quello spento”, occorre rimboccarsi le maniche per mitigare il rischio. L'apertura dei sistemi ai device mobili, che allargano l'alea di rischio ad un'utenza di massa, spesso poco attenta alle politiche di sicurezza, espande ulteriormente le possibilità di attacco.
 

Convergenza a 360°
Questa è la convergenza: di tecnologie, di opportunità, di rischi. E richiede una convergenza di competenze, interlocuzioni e normative. Non a caso, dopo le introduzioni del Presidente ANIE Sicurezza Giulio Iucci e di Flavio Frattini (membro del Gruppo Sicurezza Integrata), il 10 Ottobre si è passati alla disamina delle normative – anch'esse in evoluzione - che il settore deve metabolizzare appieno. Dalla norma tecnica sull'antintrusione, esaustivamente dettagliata da Salvatore Lamaestra con particolare accento sulle norme EN50131 e CEI 79-3, fino alle norme sul TVCC, in particolare le EN IEC 6276 (1-5), con focus dettagliato di Stefano Riboli sulle serie 4 e 5. Un cenno è stato fatto dal'Avv. Alessandra Toncelli anche alle novità del GDPR e al suo impatto sul settore sicurezza.

 

Dalla norma alla tecnologia
Dalla norma si è poi tornati alla tecnologia con due esempi di soluzioni di sicurezza integrata applicate, rispettivamente, alla grande distribuzione (illustrazione a cura di Daniele Manzo, Paolo Azzani e Davide dell'Orto) e alla protezione del territorio (curata da Glauco Carminati e Franco Valentini). Interessante anche la partnership con l'Ordine degli Ingegneri di Milano, che ha consentito il rilascio di tre crediti formativi professionali validi su tutto il territorio nazionale.

Da questo primo incontro è emersa la fotografia di un comparto lucido, consapevole delle difficoltà tecnico-normative che dovrà affrontare ma pronto a mettersi in discussione anche con interrogativi scomodi: siamo davvero pronti per l'interoperabilità by design? Chi controlla tutti i sensori in campo? Con quale formazione? E a quali costi? Domande aperte, che potrebbero trovare risposta nelle prossime tappe di questo roadshow.

 


maggiori informazioni su:
www.aniesicurezza.anie.it



pagina precedente