domenica, 18 novembre 2018

W la Privacy

W la Privacy

La sfida del Regolamento Europeo sulla privacy? Quella della competenza

12/02/2018

MILANO - Antonio Ciccia Messina, avvocato, esperto di protezione dei dati, docente corso di formazione manageriale DPO, sottolinea con forza la necessità di una formazione adeguata, in vista dell'immimente entrata in vigore del Regolamento Europeo sulla privacy.

La sua posizione è netta: per quanto il Regolamento non imponga un “titolo di studio”, è assolutamente necessario che chi sarà chiamato a occuparsi di protezione dei dati, nell'ambito di un'azienda o in un ente pubblico, sia in possesso di determinate competenze e conoscenze. Quindi: No all'improvvisazione, Sì a una formazione adeguata, da cui, soprattutto dati i tempi ormai davvero stretti, nessuno può prescindere.

Queste le sue parole, tratte da un recente intervento sul tema:

“Il Regolamento Europeo lancia una sfida, quella della competenza, della conoscenza. Così come non tutti potevano dire di essere esperti di privacy con il Codice della Privacy, così, e a maggior ragione, nessuno si può improvvisare esperto di protezione dei dati con il Regolamento Europeo n.2016/679.

Esso pretende da chi deve svolgere un ruolo chiave, quello del Data protection Officer, conoscenze specialistiche. Non chiede abilitazioni né certificazioni, anche se queste ultime sono utili per indicare il livello di preparazione, di conoscenza, di sapere che un Data Protection Officer ha e deve garantire all'azienda, all'ente pubblico, al soggetto in cui svolge le sue funzioni, di protezione dei dati, di informazione, consulenza e sorveglianza sull'esatto adempimento.

Il corso Federprivacy\CNR è strutturato al fine di fornire le conoscenze necessarie ai Data Protection Officer. Non esiste un titolo di studio ma sbaglia anche chi punta l'indice contro l'attività svolta da master qualificati, da soggetti che offrono competenze certificate: sono queste le competenze che servono alle aziende, agli enti pubblici, per fare in modo che l'obiettivo principale del Regolamento europeo, ovvero la protezione delle persone fisiche con riguardo alla protezione dei dati, possa essere raggiunto”.

Si può ascoltare l'intervento dell'avv. Antonio Ciccia Messina al link che segue:

 

https://www.youtube.com/watch?v=7zJNapX3o0k

 

 



pagina precedente

Corsi di aggiornamento

Videsorveglianza Urbana Integrata

Ethos Academy

  • Bari, 5 dicembre

Pillole formative

DST Distribuzione

  • Norme CEI Sistemi Antintrusione e Antirapina
    Roma, 5 dicembre

Rimani aggiornato sulle nuove normative