sabato, 13 aprile 2024

News

Business & People

Transizione digital & green, il ministro Giorgetti: "cruciale" il ruolo del pubblico

29/08/2023

Stiamo assistendo ad un cambiamento totale di paradigma e in queste fasi di cambiamento il ruolo del pubblico diventa fondamentale nell’accompagnare, le transizioni e quindi promuovere l’innovazione di nuova imprenditoria. Il ruolo del pubblico in un momento di grande trasformazione e per mantenere una competitività a livello globale diventa cruciale: diventa cruciale che il pubblico affianchi il sistema privato nella costruzione di un quadro certo di regole, di infrastrutture e che abbia anche a cuore alcuni temi come quella dell’autonomia strategica”.

Con queste parole il ministro dell’Economia, Giancarlo Giorgetti, che ha fatto un intervento in videocollegamento al Meeting di Rimini, ha sottolineato il ruolo centrale del pubblico, per le transizioni digitale e verde

Giorgetti ha chiarito che il pubblico non è solo lo Stato, "ma anche la Commissione europea, la Bce. La Commissione europea, ad esempio, ha cambiato paradigma con patto di stabilità e Next Generation Eu, approvato il Chips Act e allentato le regole sugli agli aiuti di Stato per promuovere l’innovazione”.

Sottolineando la necessità di creare un ambiente favorevole per le imprese e per la nascita di nuovi imprenditori, il ministro si è posto la seguente domanda: "Riesce il sistema creditizio con tutti i nuovi strumenti e regole a valutare correttamente il merito di credito del nuovo imprenditore che rinuncia al profitto immediato e investe nel futuro? Questa logica della fiducia dell’imprenditore che guarda al lungo periodo e che dobbiamo cercare di aiutare oggi è l’elemento cruciale”. “E in una fase in cui tutto sta cambiando, confidare unicamente nella mano invisibile del mercato non è la soluzione corretta”.

Un tema centrale, quello della sostenibilità

Giorgetti ha infine espresso l'auspicio che nel Pil si tenga conto della sostenibilità, tema oggi in genere declinato sotto l’aspetto più ambientale. Il Pil “è un indicatore che non permette di cogliere fenomeni di assoluta importanza oggi come l’economia informale, il degrado dell’ambiente, che oggi è diventato un tema centrale – ha spiegato – Se riflettiamo sull’economia o sullo sviluppo è opportuna l’aggiunta del termine ‘sostenibile'”.

(Fonte: www.corrierecomunicazioni.it)



Tutte le news