mercoledì, 24 aprile 2024

News

Eventi

A Milano la terza edizione della Privacy Week

08/08/2023

Con un format particolrmente originale, ispirato ai salotti televisivi, incentrato sul tema “Exposed – Esposti”, la terza edizione della Privacy Week si terrà a Milano dal 25 al 29 settembre prossimo: circa 50 relatori in oltre 30 incontri discuteranno di potenziali soluzioni tecnologiche e politiche per proteggere la privacy dei cittadini e delle implicazioni psicologiche ed etiche della generale condizione di essere “esposti” durante la navigazione online.

Gli interventi degli speaker si terranno all’interno di conversazioni e interviste che saranno accolte in luoghi di Milano simboli dell’innovazione digitale. Il grande pubblico potrà invece seguire i vari eventi anche in streaming.

A organizzare la rassegna, che anche quest’anno ha il patrocinio del Garante della Privacy, è Privacy Week, media company italiana.

Quanto siamo e quanto ci sentiamo “esposti” quando siamo online?

Nell'arco dei cinque giorni di incontri, si tenterà di dare risposta a una domanda precisa: quanto siamo e quanto ci sentiamo “esposti” quando siamo online? Obiettivo della kermesse di quest’anno è infatti quello di parlare – insieme a manager d’impresa, avvocati, giornalisti, giuristi, politici e professionisti del settore – delle opportunità offerte dalle nuove tecnologie ma anche dei i rischi derivanti dalla costante esposizione attraverso l’uso dei dispositivi connessi a Internet. 

Associamo spesso l’essere esposti a un’idea di pericolo e vulnerabilità, pur sapendo che esiste sempre per questa parola una doppia lettura. C’è il rischio della sorveglianza, dello sfruttamento, del furto di dati, di identità, di denaro. Ma c’è anche la possibilità di ottenere servizi intelligenti, di raggiungere contatti e intrattenere conversazioni potenzialmente illimitate – spiega Andrea Baldrati, avvocato di BSD Legal, co-fondatore e Presidente dell’Associazione Privacy Network – In questa terza edizione della Privacy Week verranno quindi esplorati i nuovi livelli di esposizione a cui ci stanno portando l’intelligenza artificiale, la sorveglianza pubblica e privata, i social, il cybercrime. Si ragionerà sui correttivi tecnologici e politici possibili, su come si possa intervenire con leggi, procedure e scelte individuali. Senza tralasciare il racconto delle paure e dei sentimenti, ovvero il lato psicologico ed etico della condizione collettiva, un aspetto fondamentale per raggiungere il principale obiettivo della Privacy Week, ovvero rendere tutti più consapevoli del proprio diritto alla privacy a partire dalle aziende e dalle istituzioni fino all’individuo.” 

La normativa sarà protagonista di due incontri. Il primo è la tavola rotonda dedicata a due importanti assetti legislativi: il primo è il GDPR, che compie cinque anni, il secondo è l’AI ACT, che sta prendendo forma proprio in questi mesi. 

Sanità digitale: tra opportunità e rischi

Si parlerà di dati in un talk dedicato alla sanità digitale e di Intelligenza artificiale, intesa come "una rivoluzione pervasiva" e protagonista assoluta di più talk, il cui focus saranno le innovazioni che questa tecnologia sta portando nelle professioni e nel lavoro in diversi settori: si discuteranno opportunità, criticità e saranno illustrati anche casi concreti. 

Tra gli eventi si segnala la “Privacy Night”: una serata dedicata al tema dello sharenting, ovvero la condivisione delle immagini dei bambini sulle piattaforme da parte dei genitori. Un altro tema chiave, al quale saranno dedicati due appuntamenti, sarà quello della privacy legata alle criptovalute. 

Dopo il successo dello scorso anno, ritorna anche il Privacy Debate Championship, una competizione in cui i ragazzi delle scuole superiori si confronteranno su temi divisivi della privacy e del digitale. Ad ospitare il dibatto è la scuola vincitrice del dibattito dello scorso anno (il liceo classico Cesare Beccaria di Milano), che in questa edizione si raffronterà con l’Istituto tecnico Economico Enrico Tosi di Busto Arsizio, due istituti della rete nazionale WeDebate, punto di riferimento della pratica del Debate in Italia. 

Privacy digitale in azienda

La settimana si chiuderà con la presentazione di una relazione sugli errori più comuni da parte delle aziende in relazione alla data protection nel corso del 2023, a seguito della quale si parlerà anche di Telemarketing selvaggio e confisca delle banche dati con Marta Balbo, comandante della 2 sezione gruppo privacy GdF. Un caso d’uso su privacy come strategia di engagement sarà illustrato da OneTrust. L'evento si chiuderà con un momento di networking tra i partner e le aziende che hanno aderito alla Privacy Week. 

(fonte immagine: www.milanopost.it)


maggiori informazioni su:
www.privacyweek.it



Tutte le news