giovedì, 23 maggio 2024

News

Business & People

Comelit, con la gamma PAC la sicurezza è totale e integrata

27/07/2023

Controllare 2.000 varchi, gestire 75mila utenti, monitorare costantemente le presenze, localizzandole all’interno delle aree, 24 ore su 24, 7 giorni su 7: queste sono alcune caratteristiche di PAC, la linea professionale di controllo accessi, appena lanciata in Italia da Comelit, un deciso "salto di qualità" per il settore. 

Per il mercato italiano si tratta di una novità assoluta - spiega Danilo Pedroncelli, Product Manager Access Control di Comelit mentre in Europa e oltreoceano il sistema è già noto”. La gamma completa l’offerta di Comelit nel settore sicurezza e nasce dall’acquisizione, nel novembre 2021, da parte del gruppo bergamasco di PAC- GDX, storica eccellenza britannica nel settore, e parte della società inglese Stanley Security, che fa capo alla multinazionale statunitense Black&Decker.

PAC, con un fatturato di oltre 11 milioni di euro è un punto di riferimento per il comparto controllo accessi – prosegue Pedroncelli - l’azienda di Manchester ha inventato la tecnologia RFID e vanta 500 mila installazioni in tutto il mondo. Il controllo accessi è una funzione essenziale in diversi settori, dalla logistica alla sanità, fino alle aree di produzione o di massima sicurezza come centri ricerche e laboratori. Permette di controllare e regolare il numero di persone presenti – pensiamo solo a quanto sia stato importante farlo durante le fasi più acute della pandemia - e di conoscerne identità e posizione. Dati importanti anche in caso di emergenza, per gestire al meglio evacuazioni e liste dei presenti”.

La gamma PAC

La gamma è composta da quattro componenti essenziali: le unità di controllo, che possono gestire fino a 75mila dispositivi di identificazione, integrabili con altri sistemi di controllo (antintrusione, rilevazione incendio, videocitofonia, TVCC); i lettori disponibili in diversi formati, in grado di leggere differenti tecnologie (LF- HF -Wiegand) con tastiera antivandalo, identificazione combinata a più fattori e capaci di supportare tecnologie quali credenziali mobili per smartphone; il software per la gestione del sistema, progettato per essere sicuro, funzionale e semplice, ha una procedura guidata per la configurazione e può integrare la gestione di altri sistemi, oltre a fornire report completi e personalizzabili sugli eventi e infine i dispositivi di  identificazione che possono essere di differenti tecnologie e formati, dal portachiavi alla tessera, ma anche credenziali mobili da utilizzare con il semplice smartphone.

Comelit, "With You. Always”, mette a disposizione della propria clientela una documentazione tecnica completa e fornisce un supporto a 360° dalla fase di preventivazione, allo studio di fattibilità, al sopralluogo, sino alla formazione e all’assistenza all’istallatore per lo start up del sistema.

Vantaggi eccezionali per gli utenti

Tra gli elementi distintivi e i plus, è da segnalare il sistema brevettato One Touch Test Mode.

"Il sistema consente di testare tutte le funzionalità del singolo controllo accessi prima che venga programmato e messo in rete e facilita la ricerca di eventuali mal funzionamenti"  sottolinea Pedroncelli - che in Comelit ha già seguito il lancio della linea Fire ed è considerato “lo specialista” per l’introduzione in nuovi segmenti di mercato sottolinea come il sistema vanti inoltre un metodo di criptazione di altissimo livello ed è certo della qualità del prodotto, dell’affidabilità dell’azienda e degli eccezionali vantaggi che riserva a chi lo utilizzerà.

“La sicurezza rappresenta un’esigenza sempre più forte, sia in ambito privato che pubblico ed istituzionale. La circolazione di merci e persone, la necessità di consentire accessi riservati ad alcune zone in base a requisiti specifici, le norme stesse che in caso di evacuazione chiedono il riscontro delle unità all’interno dell’edificio, richiedono un’applicazione rigorosa della tecnologia del controllo accessi che deve armonizzarsi con le norme sulla privacy – spiega – L’esperienza di Comelit e la tecnologia di PAC possono realmente fare la differenza e rappresentare il valore aggiunto che indirizza la scelta”.

Sfide e barriere per un settore complesso

Il settore del controllo accessi in Italia è caratterizzato da diverse sfide e barriere, ne sono un esempio la complessità dei sistemi e delle tecnologie, la conformità normativa e la protezione dei dati personali oltre al rischio di obsolescenza tecnologica - conclude Pedroncelli - Tuttavia, con l'esperienza e il supporto di un'azienda specializzata, queste barriere possono essere abbattute, aprendo la strada a soluzioni innovative e affidabili. Chi lavora con noi lo sa: siamo al suo fianco, dalla progettazione alla realizzazione degli impianti, dalla messa in funzione al collaudo fino al supporto post vendita grazie ad una rete commerciale e ad un servizio di assistenza di altissimo livello". 

 


maggiori informazioni su:
www.comelitgroup.com



Tutte le news