sabato, 13 aprile 2024

Cyber Security

Cyber Security

Cybersecurity e protezione dei dati: due facce della stessa medaglia

02/06/2023

Nella Relazione Annuale presentata lo scorso mese di luglio, il Garante per la protezione dei dati personali ha evidenziato che dal 1° gennaio 2021 al successivo 31 dicembre sono state notificate 2.071 violazioni dei dati personali, il 50,5% da parte di soggetti pubblici e il 49,5% da privati. Comparando la Relazione Annuale con quella del 2021, emerge che rispetto al 2020, dove i casi segnalati erano stati n. 1.387, vi è stato un aumento dei data breach di quasi il doppio, rendendo il 2021 “un anno particolarmente difficile sul fronte della cybersecurity e della protezione dei dati personali”.

Mancano ancora alcuni dati per capire quale sia stato l’esatto andamento del 2022, ma dalle diverse testimonianze di aziende impegnate nella cybersecurity non si prospettano risultati incoraggianti: le violazioni di dati personali continuano ad essere consistenti in tutto il mondo, e inizieranno ad essere alimentate anche da nuove strategie di attacco basate sull’AI o dalle vulnerabilità legate all’ampliamento dei confini aziendali con il lavoro ibrido.

È necessario, dunque, guardare alla protezione dei dati come forma di protezione del patrimonio economico e culturale aziendale e provvedere non solo a mettere in campo le giuste tecnologie, ma anche ad assicurare gestione adeguata delle piattaforme di cyber security, e una loro efficace integrazione a livello di organizzazione e di processi.

Andrea Lambiase, Chief Digital & Innovation Officer ed Elena Cannone, Data Protection Officer di Axitea, proseguono nell'articolo che segue questa interessante analisi.

Il link per la lettura del testo

 



Tutte le news