sabato, 23 ottobre 2021

News

Business & People

Pianificare, implementare, mantenere e migliorare un sistema di gestione privacy = Accountability

24/06/2021

MILANO - Il termine accountability è entrato prepotentemente a far parte della dialettica privacy a partire dall’ingresso del GDPR (General Data Protection Regulation), regolamento attraverso cui l’Unione Europea ha deciso di determinare i limiti entro cui muoversi per permettere una corretta e libera circolazione dei dati personali. Precedentemente sono stati emanati diversi decreti legislativi con lo stesso obiettivo, ma la responsabilizzazione del titolare del trattamento dei dati ha assunto un ruolo centrale dal 2016.

Considerata la difficoltà riscontrata nella traduzione letterale, tale termine ad oggi viene utilizzato con l’intento di definire la responsabilizzazione del titolare, ovvero la sua accountability e dunque, la capacità di dimostrare la propria responsabilità per rendicontazione. L’accountability del titolare è il filo conduttore che ci guida alla comprensione del GDPR e alle richieste che devono essere soddisfatte quando si decide di effettuare un trattamento, sia in qualità di titolare, sia di responsabile. Ma come si fa a stabilire se si è realmente un titolare che opera nel rispetto dell’accountability?

È fondamentale conoscere e comprendere i principi espressi all’interno del Regolamento e utilizzare un approccio risk based oriented che punti al miglioramento continuo. Il focus di ciascuna valutazione/analisi effettuata preventivamente deve essere l’interessato e la tutela delle sue libertà fondamentali, applicando così il principio di Privacy By Design e Privacy By Default.

Flavia Montanile - Consulente gestione processi presso HQ Target prosegue questa interessante trattazione nel testo che segue.

Questo il link

 



Tutte le news