sabato, 30 maggio 2020

News

Tecnologie

Partitalia: wearable per la sicurezza delle persone ai tempi del Coronavirus

05/05/2020

Lainate (MI) - Partitalia, azienda italiana specialista dal 2001 nel settore ICT, produce e commercializza smart card, tag e lettori RFID in tutta Europa.

Nel mese di aprile, in collaborazione con l’azienda di ingegneria SensorID, ha lanciato sul mercato “Close-to-me” e “Vita”. Si tratta di due dispositivi indossabili per la sicurezza delle persone ai tempi del Covid-19, due wearable device sviluppati per far fronte alle nuove esigenze emerse con il diffondersi del Coronavirus.

Il dispositivo per il “distanziamento sociale” “Close-to-me”, indossato da due o più persone presenti all’interno della stessa stanza, identifica il distanziamento sociale secondo una distanza variabile e definibile in base alla normativa. Basato sulla tecnologia a radio frequenza, esso crea una bolla radio - a bassa frequenza e non invasiva - intorno alla persona.

Quando non viene rispettata la distanza, un suono acustico e una vibrazione lo segnalano. Tramite semplici implementazioni, il dispositivo può essere utilizzato per il controllo accessi, la rilevazione delle presenze e il pagamento della mensa aziendale.

Alfredo Salvatore, Ceo di Sensor ID, azienda che ha progettato la tecnologia per Partitalia: "Close-to-me, a scelta, può essere personalizzato e acquistato o come bracciale o come portachiavi: si tratta di un dispositivo non invasivo, pensato soprattutto per semplificare le procedure relative alla riapertura delle aziende e implementabile facilmente in tempi molto ridotti".

“Vita”: il wearable per la telemedicina

Per quanto riguarda invece il dispositivo indossabile “Vita”, è progettato per l’osservazione costante dei parametri vitali nei pazienti curabili tramite telemedicina, in tutti i casi in cui si ritiene indispensabile evidenziare un possibile contagio.

A livello tecnologico, al progetto “Vita” è applicata la nuova frontiera delle telecomunicazioni NBIoT, che permette di semplificare la comunicazione tra gli oggetti. Una caratteristica molto importante è la maggiore efficienza della batteria, che ha durata di oltre due settimane.

Quanto lo rende uno strumento importantissimo per la tutela della salute sono i sensori che rilevano: il battito cardiaco, la saturazione dell’ossigeno - parametro fondamentale per il Covid-19 -, la temperatura superficiale corporea e l’elettrocardiogramma. Grazie a queste caratteristiche, oltre che per la telemedicina dei pazienti lungodegenti, il wearable può essere utilizzato per il monitoraggio del lavoro dipendente in solitaria. In questo periodo, quindi, il dispositivo si rivela utile per i pazienti dimessi dagli ospedali, sottoposti a controllo a distanza, ma anche in tutti gli altri casi in cui sia necessario un monitoraggio a distanza.

Il dispositivo verrà certificato come medical device a settembre 2020.

 

 

 


maggiori informazioni su:
https://www.partitalia.com/



Tutte le news