venerdì, 25 settembre 2020

News

Business & People

Sicurezza urbana, la tecnologia è il migliore alleato

29/01/2020

MILANO - E' un tema tanto attuale quanto diffusamente "sentito". Stiamo parlando di sicurezza urbana, un argomento che le pubbliche amministrazioni locali devono affrontare, cercando sempre di bilanciare disponibilità di risorse e sicurezza dei cittadini.

Con il corretto approccio alla tecnologia, questo è possibile, perché “la tecnologia è il migliore alleato per la sicurezza dei comuni”. Ad affermarlo è Axitea, che sta cercando di agevolare i comuni, soprattutto quelli più piccoli e di conseguenza con inferiori risorse economiche, a vincere la sfida più importante: garantire la sicurezza ai propri cittadini. 

Implementare una strategia di sicurezza efficace può risultare fondamentale anche a livello di comunicazione, al fine di mostrare quanto un’amministrazione comunale consideri prioritaria protezione e tranquillità degli abitanti.

Esperienza in tema di sicurezza

“Se le risorse sono limitate, i comuni possono rivolgersi a realtà specializzate in servizi di sicurezza e decoro urbano, delegando la componente operativa e ottimizzando di fatto gli investimenti”, spiega Maurizio Tondi Security Strategy di Axitea. “Axitea vanta una profonda esperienza in tema di sicurezza urbana e monitoraggio ambientale, ed è in grado di offrire servizi personalizzati e compliant alla normativa di settore, in grado di rispondere alle necessità di comuni ed enti locali, piccoli e grandi che siano.”

Una risorsa che può rivelarsi fondamentale, soprattutto per le realtà più piccole, è la tecnologia. Nuovi strumenti, oltre a rendere disponibile un servizio di sicurezza, sono in grado di aiutare i sindaci e gli assessori a migliorare la qualità della vita dei propri cittadini, tutelandone la privacy.

Axitea è da sempre impegnata a garantire la sicurezza dei comuni, abbinando soluzioni tecnologiche avanzata alla propria competenza e capacità di progettazione. Recentemente, si è aggiudicata la gara per la realizzazione di impianti di videosorveglianza per il Comune di Norcia, in Umbria e per i quattro Comuni dell’Unione montana delle valli Borbera e Spinti, in Piemonte.

Dalla lettura targhe allabbandono dei rifiuti

Qualche esempio pratico e di agevole realizzazione:

L’impiego di telecamere per la lettura targhe comporta la raccolta di dati (come transito di mezzi pesanti o traffico eccessivo in determinati orari) che potrebbero risultare utili al fine di ridurre i problemi e limitare gli ingorghi, attivando ad esempio Zone a Traffico Limitato;

La creazione di un’APP per segnalazioni di pericolo potrebbe essere utilizzata anche per evidenziare la presenza di lampioni non funzionanti o per denunciare l’abbandono di rifiuti.

Queste soluzioni consentono alle autorità di: Verificare la regolarità dei mezzi, in termini di assicurazione e revisione; Raccogliere dati oggettivi che non possono essere messi in discussione riguardo disservizi, situazioni di disagio o degrado; Attuare azioni mirate volte alla risoluzione del problema e del disagio; Rendere efficaci gli investimenti.

   



Tutte le news