martedì, 23 ottobre 2018

Applicazioni e soluzioni

Focus Product

Volumetrici interrati ad alte prestazioni

27/02/2018

La famiglia di sensori INTREPID™ condivide caratteristiche comuni quali la rilevazione del punto di intrusione con un metro di risoluzione, la calibrazione sul supporto di installazione e la possibilità di interagire con il sensore per visualizzarne il comportamento e modificarne le caratteristiche. I sensori sono di tipo distribuito, tutto il componente è elemento sensibile: è possibile interagire con ogni singolo metro della protezione adattandola anche nelle situazioni estreme e mantenendo sempre una sensibilità uniforme. Le zone di allarme si costruiscono via software, indicando quale segmento del perimetro dovrà essere associato ad un relè, questo per qualsiasi segmento e per un numero qualsiasi di relè (fino a 1024 zone); eliminando collegamenti elettrici in campo e permettendo modifiche anche radicali delle zone, senza alcun intervento sul perimetro.

STRUTTURA E FUNZIONAMENTO

Il sensore MicroTrack II™, punta di diamante della linea INTREPID, consiste in due cavi da seppellire in qualsiasi superficie: terra (sia argilla che sabbia), cemento, asfalto, mattonelle autobloccanti ecc. ad una profondità variabile fra i 23 ed i 4 cm, senza eccessiva precisione; il sensore è generoso e permette variazioni. I cavi genereranno un campo RF di bassissima intensità, che andrà calibrato sul proprio terreno mediante una… passeggiata (sensitivity leveling™). La centrale MicroTrack II™ rileverà il comportamento del campo di protezione al variare del tipo di terreno, costruendo automaticamente il profilo di allarme univoco, specifico del sito da proteggere. MicroTrack II™ misurerà l’intensità del campo RF, verificandone le variazioni metro per metro. La calibrazione permette una misura puntuale del campo protetto, la discriminazione di animali fino a 15 Kg ed aggiustamenti mirati per fare fronte, ad esempio, ad una variazione del layout del perimetro del sito. I segnali di ritorno vengono interpretati dalla centrale per rilevare il punto di intrusione con 3 metri di precisione, necessario in ambienti ostili per attivare le contromisure del caso. Due soglie di accoppiamento RF vengono automaticamente generate per tenere sotto controllo variazioni eccessive nell’intensità del campo; in questo modo è possibile avere la segnalazione di manomissione in caso di tentativo di creazione di un ponte sopra l’area protetta.

INTEGRABILITÀ

Grazie al protocollo aperto fornito col sensore, è possibile lo sviluppo di SW per la gestione di mappe grafiche (è già integrato con Milestone, Indigo Vision ed altri) e per il puntamento automatico di telecamere PTZ. I sistemi MicroTrack II™ sono utilizzati per scopi di alta sicurezza in industrie strategiche, siti ad elevata criticità, aree militari, istituti di correzione ed anche siti residenziali di prestigio. La linea MicroTrack II™ è firmata Southwest Microwave, il più innovativo produttore statunitense di sensori per la protezione perimetrale con 70.000 sistemi installati in oltre 80 paesi.


maggiori informazioni su:
http://pids.it/



pagina precedente