mercoledì, 14 novembre 2018

Solutions Gallery

Solution

Cilindri e maniglie wireless per l’industria manifatturiera

04/07/2018

Esistono domande sempre più rilevanti per chi si occupa di sicurezza: quanto è importante stabilire chi può entrare all’interno di un edificio? Quanto è importante definire a quali locali possa accedere, una volta dentro la struttura, chi è stato prima autorizzato all’ingresso principale? L’argomento è noto, tuttavia non sempre sono chiari quali siano gli strumenti tecnologici oggi a disposizione e come offrano scenari sempre più facilmente adattabili alle reali esigenze degli utilizzatori. Esigenze che si mostrano peraltro sempre più variegate, basti pensare al regolamento generale sulla protezione dei dati (GDPR in inglese- General Data Protection Regulation, Reg. UE 2016/679), che ha iniziato ad avere effettiva efficacia il 25 maggio 2018 e che impone un’organizzazione precisa anche in merito alla gestione dei flussi di persone. Il security manager di un’importante industria manifatturiera lombarda si è trovato di recente ad affrontare l’argomento e a dover intervenire sulla sua struttura. Tante erano le inefficienze legate a cascata a questo aspetto, non da ultimo il problema degli ammanchi dei tool di lavoro perpetrati nelle zone di produzione, ma anche una gestione eccessivamente dispendiosa delle credenziali di accesso per collaboratori e visitatori esterni con ingressi da limitare nel tempo e per fasce orarie. Il sistema a cilindri meccanici esistente non consentiva la registrazione della lista accessi degli utenti ed era causa di perdite di tempo diffuse dovute alla ridistribuzione delle chiavi. Inoltre, essendo queste liberamente copiabili, la minaccia alla sicurezza era un dato di fatto.

LA SOLUZIONE

Si è quindi scelto di installare cilindri e maniglie digitali wireless sulle porte, dotando gli utenti di SmartCard riprogrammabili ma sicure (non clonabili). Cablaggi? Nessuno, grazie all’alimentazione a batteria con una durata misurabile in decine di migliaia di aperture ed alla memoria interna per la registrazione della lista accessi. L’impianto è stato configurato in rete virtuale, ma cosa significa? È stato mantenuto offline il dispositivo sul varco (il che ha permesso di tagliare costi per funzionalità online non necessarie), potendo eseguire le operazioni di aggiunta, rimozione nonchè modifica delle autorizzazioni tramite un unico validatore murale posizionato all’ingresso dello stabile e connesso al software di gestione tramite cavo di rete. Oggi è la SmartCard di ogni utente, ad ogni passaggio sul validatore, a raccogliere le modifiche inviate dal sistema e a trasferirle sul cilindro o la maniglia digitale alla prima apertura. La SmartCard è anche in grado di raccogliere informazioni dai dispositivi sui varchi (per esempio lo stato delle batterie) e di riportarle al software con la stessa modalità.

I BENEFICI

Obiettivi iniziali raggiunti in piena economicità grazie ai dispositivi digitali wireless: bassi i costi per la loro installazione, in grado di poter essere consultati quando si renda necessario e giustificato verificare gli accessi eseguiti, pienamente programmabili in merito a fasce orarie e modifiche delle autorizzazioni. E se, anche successivamente, ci fosse la necessità di avere un varco online per eseguire ad esempio un’apertura remota su alcune porte? Cilindri e maniglie digitali offrono flessibilità in quanto non c’è bisogno di sostituirli per collegarli direttamente al sistema: basta aggiungere il nodo di rete all’interno del dispositivo e i router nella corrispettiva area dell’edificio. Il dialogo radio fra i due mantiene intatta l’installazione wireless.


maggiori informazioni su:
www.simons-voss.com/it



pagina precedente

È un progetto
Ethos Media Group

Sezione dedicata alla valorizzazione delle soluzioni di sicurezza per mercati verticali

Obiettivi

La crescita e l'innovazione tecnologica, accelerata dalla tecnologia IP sta portando il comparto della sicurezza verso la crescita e la consapevolezza che il futuro sono le soluzioni e l'integrazione.

Per questo, quando una soluzione/applicazione è significativa e rappresenta un'eccellenza è giusto lasciarne traccia.

Solutions Gallery vuole quindi raccogliere le soluzioni/applicazioni più significative, create per i mercati verticali, i case history, le idee, che hanno portato alla scelta installativa.

Si parte dallo stato dell'arte e la sfida tecnologica per identificare quale siano le esigenze del committente.
Si passa alla tecnologia messa in campo, quindi viene descritta la soluzione adottata, per poi passare al vantaggio per la committenza.
Il tutto raccontato in modo semplice e pratico, descrivendo la location, la tipologia dell'installazione, i tratti salienti del sistema, le funzionalità principali, il tutto esprimendo le potenzialità dell'applicazione e il vantaggio che ne deriva.