venerdì, 14 giugno 2024

Solutions Gallery

Solution

Immersione multimediale per il Museo dell’Archeologia Subacquea

13/09/2023

Il Museo dell’Archeologia Subacquea di Taranto è un luogo affascinante che offre un’immersione nella storia marittima della Puglia e, in particolare, di “Taras”, antico villaggio della Magna Grecia risalente all’VIII secolo a.C. Oltre ai reperti subacquei, il museo espone anche reperti provenienti da scavi archeologici terrestri che offrono un’affascinante panoramica della vita e della cultura antica di Taranto. Il museo promuove l’interazione con il pubblico attraverso mostre temporanee, eventi culturali, laboratori ed escursioni, al fine di diffondere la consapevolezza sull’importanza dell’archeologia subacquea. Forte di questi obiettivi, il Museo ha espresso l’esigenza di offrire ai suoi visitatori un’esperienza unica e coinvolgente creando nuove modalità di interazione tra il pubblico e le opere d’arte e gli oggetti storici presenti nel museo. Era fondamentale utilizzare tecnologie multimediali avanzate per creare un’atmosfera magica e coinvolgente che stimolasse la curiosità e l’apprendimento dei visitatori. Il museo desiderava inoltre valorizzare l’antico chiostro interno trasformandolo in una superficie di videoproiezione per creare effetti visivi e sonori spettacolari. 

La soluzione

In collaborazione con PlasMedia, Electronic’s Time ha fornito al Museo dell’Archeologia Subacquea di Taranto una serie di sistemi multimediali all’avanguardia per offrire nuove esperienze sensoriali ai visitatori. Sono stati installati videoproiettori 4K, sistemi di amplificazione audio, sistemi congressuali e di videoconferenza, lavagne interattive e sistemi di amplificazione per la sonorizzazione degli ambienti esterni. L’utilizzo di filmati esplicativi e tecnologie immersive ha permesso ai visitatori di interagire con gli oggetti esposti, utilizzando appositi pannelli a display dotati di speciali sensori che riconoscono i movimenti delle mani. Ogni gesto del visitatore viene tradotto in un’azione virtuale che manipola l’oggetto visualizzato sullo schermo, fornendo informazioni dettagliate sulla storia e la composizione di ogni reperto archeologico. Inoltre, le pareti dell’antico chiostro interno sono state trasformate in superfici di videoproiezione, creando un’atmosfera coinvolgente con effetti visivi e sonori spettacolari. Il processo di creazione del videomapping ha richiesto competenze artistiche e approfondite ricerche storiche per sviluppare contenuti visivi e animazioni coinvolgenti. L’installazione ha compreso videoproiettori appositamente progettati per l’uso esterno, unitamente a sistemi di elaborazione audio/video e trasmissione dei segnali digitali tramite fibra ottica. Dopo la fase preparatoria, sono stati eseguiti test di proiezione, calibrazione e sincronizzazione audio/video per ottenere il risultato desiderato. Il videomapping ha reso gli oggetti statici del museo animati, creando un’esperienza emotiva intensa per i visitatori, accompagnata da una colonna sonora appositamente creata per completare l’atmosfera magica. 

I benefici

Grazie all’implementazione delle nuove tecnologie multimediali, il Museo dell’Archeologia Subacquea di Taranto ha notevolmente migliorato l’esperienza di apprendimento e interazione dei visitatori con l’arte, la storia e la cultura dell’antica Città dei 2 Mari.


maggiori informazioni su:
www.electronicstime.it



Altre Solution

È un progetto
Ethos Media Group

Sezione dedicata alla valorizzazione delle soluzioni di sicurezza per mercati verticali

Obiettivi

La crescita e l'innovazione tecnologica, accelerata dalla tecnologia IP sta portando il comparto della sicurezza verso la crescita e la consapevolezza che il futuro sono le soluzioni e l'integrazione.

Per questo, quando una soluzione/applicazione è significativa e rappresenta un'eccellenza è giusto lasciarne traccia.

Solutions Gallery vuole quindi raccogliere le soluzioni/applicazioni più significative, create per i mercati verticali, i case history, le idee, che hanno portato alla scelta installativa.

Si parte dallo stato dell'arte e la sfida tecnologica per identificare quale siano le esigenze del committente.
Si passa alla tecnologia messa in campo, quindi viene descritta la soluzione adottata, per poi passare al vantaggio per la committenza.
Il tutto raccontato in modo semplice e pratico, descrivendo la location, la tipologia dell'installazione, i tratti salienti del sistema, le funzionalità principali, il tutto esprimendo le potenzialità dell'applicazione e il vantaggio che ne deriva.