martedì, 22 settembre 2020

Solutions Gallery

Solution

Rivelazione precoce d’incendio per quadri elettrici

22/05/2020

Un importante specialista europeo del trasporto e della logistica agroalimentare a temperatura controllata necessitava di un sistema di protezione contro l’incendio all’interno di quadri elettrici di processo. Si cercava un sistema di rivelazione incendio estremamente precoce, in grado di rilevare anche il principio d’incendio dei componenti elettrici ed elettronici all’interno del quadro, in aggiunta ad un sistema di spegnimento dedicato esclusivamente ai quadri e in grado di evitare uno sviluppo dell’incendio tale da comprometterne la funzionalità. Da notare che i quadri di processo alimentano celle a temperatura controllata, all’interno delle quali sono stoccati prodotti alimentari che richiedono un monitoraggio costante della temperatura. 

La soluzione

DEF Italia, cui il committente si è rivolto, ha optato per il sistema Procyon+, che combina la precocità della rivelazione ad aspirazione con l’efficacia di un sistema di spegnimento a gas inerte IG55. Procyon+ si compone di un sensore ad alta sensibilità per la rivelazione incendio ed un’unità di spegnimento in un’unica centralina di controllo equipaggiata con una bombola di gas IG55 opportunamente dimensionata. L’architettura dell’impianto prevede la posa delle tubazioni di campionamento, poste all’interno del quadro per intercettare rapidamente la presenza di aerosol prodotti dalla combustione e delle tubazioni del sistema di spegnimento esterne al quadro, ma con l’inserimento all’interno dello stesso dei soli ugelli necessari per la diffusione del gas. La rivelazione della presenza di fumi genera una segnalazione dell’allarme locale con l’attivazione di segnalazioni ottico acustiche e una trasmissione dell’allarme verso il sistema di rivelazione incendio principale. La procedura di scarica viene attivata allo scadere di un tempo di ritardo impostato nel sistema, e solitamente definito in accordo con l’RSPP aziendale. La bombola di gas IG55, munita di valvole iFlow a rilascio controllato, viene scaricata tramite ugelli calibrati montati nel quadro con lo scopo di ridurre la percentuale di ossigeno all’interno del quadro e di soffocare dunque l’incendio tempestivamente. Procyon+ è equipaggiato con pulsanti di Scarica Manuale ed Inibizione di Scarica che consentono al personale di sicurezza di avviare manualmente o interrompere la scarica in base alle possibilità di intervento. Una serie di contatti magnetici sulle porte del quadro ha la funzione di inibire qualsiasi scarica interna al quadro se le stesse risultassero aperte. È prevista anche la possibilità di un monitoraggio, attraverso la visualizzazione su PC, dello stato di funzionamento del sistema Procyon+, per mezzo di connessione su rete Ethernet. 

I benefici

Procyon+ consente di intervenire rapidamente, puntualmente ed in sicurezza per impedire lo sviluppo di un incendio che, se non gestito, potrebbe avere conseguenze estremamente dannose. Il focolaio viene intercettato e soffocato prima che divampi all’interno del quadro, grazie ad una scarica rapida che riduce l’ossigeno senza danneggiare componenti elettrici e senza rischi di intossicazione per il personale. La soluzione adottata da DEF Italia assicura il mantenimento delle attività aziendali, una notevole riduzione dei danni provocati da un incendio del locale quadri e dalla messa fuori servizio del sistema di gestione delle celle, con conseguente contenimento dei costi di riallestimento dell’attività.


maggiori informazioni su:
www.defonline.it



Altre Solution

È un progetto
Ethos Media Group

Sezione dedicata alla valorizzazione delle soluzioni di sicurezza per mercati verticali

Obiettivi

La crescita e l'innovazione tecnologica, accelerata dalla tecnologia IP sta portando il comparto della sicurezza verso la crescita e la consapevolezza che il futuro sono le soluzioni e l'integrazione.

Per questo, quando una soluzione/applicazione è significativa e rappresenta un'eccellenza è giusto lasciarne traccia.

Solutions Gallery vuole quindi raccogliere le soluzioni/applicazioni più significative, create per i mercati verticali, i case history, le idee, che hanno portato alla scelta installativa.

Si parte dallo stato dell'arte e la sfida tecnologica per identificare quale siano le esigenze del committente.
Si passa alla tecnologia messa in campo, quindi viene descritta la soluzione adottata, per poi passare al vantaggio per la committenza.
Il tutto raccontato in modo semplice e pratico, descrivendo la location, la tipologia dell'installazione, i tratti salienti del sistema, le funzionalità principali, il tutto esprimendo le potenzialità dell'applicazione e il vantaggio che ne deriva.