mercoledì, 14 novembre 2018

News

Eventi

Esordio di successo per il Fire Evac Tour 2018

16/10/2018

Assago (MI) – Una platea attenta e partecipe di professionisti ha fatto da cornice, ad Assago lo scorso 15 ottobre, all'esordio del Fire Evac Tour, evento tecnico-normativo - di cui Ethos Media, con a&s taly e secsolution.com è media partner - che, fino al 22 ottobre, offre un'opportunità di formazione al progettista di sistemi di emergenza, siano essi di rivelazione incendio sia di evacuazione vocale, e l'occasione di approfondire tematiche e problemi inerenti i sistemi di emergenza, anche alla luce del dibattito che si sta sostenendo ai tavoli normativi nazionali.

In primo piano, per l'edizione del 2018, i temi della progettazione con Fire Safety Engineering e del regolamento UE305/11 CPR per ciò che concerne i cablaggio e le linee in cavo, affrontati con grande competenza dai relatori, membri dei comitati tecnici UNI o CEI, che partecipano alla stesura delle norme, sia esse di sistema che di progetto.

L'evento itinerante di divulgazione della cultura antincendio, di cui sono sponsor Beta Cavi e Bosch Security Systems (patrocinato dall'Ordine degli Ingegneri della Provincia di Milano), offre una formula innovativa: basandosi su un'esperienza multimediale, l'incontro conduce il professionista “dentro il progetto”, che viene sviluppato insieme ai relatori, chiamati ad affrontare problematiche e Criticità della progettazione di sistemi antincendio da vari punti di vista.

Dopo i saluti e l'introduzione ai lavori da parte di Luca Cappelletti, Direttore commerciale e Marketing di Beta Cavi, l'incontro è stato aperto da Piergiacomo Cancelliere, direttore vice dirigente del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco. Cancelliere ha selezionato e illustrato alcuni concetti base, guardando agli impianti di rivelazione allarme incendio alla luce del Codice di Prevenzione incendi “a cui si deve anche l'idea di aver coniato per la prima volta un acronimo, “IRAI” per questi stessi impianti”. Il codice di Prevenzione incendi – ha proseguito - nasce per essere un codice di progettazione innovativo, pur nella continuità con il passato e con quanto già normato dal Corpo Nazionale, con una grande forza, perché pone al centro della sicurezza antincendio, la valutazione del rischio”.

La sua presentazione ha ricalcato i paragrafi del codice. Ha preso l'avvio dalla spiegazione delle funzioni di tali impianti e dimostrato, anche tramite la presentazione di casi reali, quanto sia essenziale una corretta progettazione di un impianto di rivelazione allarme-incendi. “Concetto fondamentale, ma non sempre preso nella giusta considerazione - su cui la sua relazione si è soffermata - è che “non tutto rivela tutto alla stessa maniera”: diverse sono le tecnologie di rivelazione e quindi è fondamentale conoscere cosa brucia nella propria attività, come brucia e quale sarà il prodotto della combustione dominante. Non si tratta di una novità del codice, anche se esso vi presta molta attenzione, essendo già contenuta nella norma tecnica 9795”.

Andrea Francesco Moneta, Membro UNI Working Group CEN/TC34, Responsabile Commerciale e Marketing di Beta Cavi, ha proposto un'interessante dissertazione sul quadro normativo, soffermandosi sul Regolamento dei prodotti da costruzione, CPR (UE 305\2011), offrendo poi un approfondimento specifico sulle linee di interconnessione di un sistema di rivelazione fumi e di un sistema di Evacuazione audio vocale. Dal 1° Luglio 2017, tutti i cavi installati permanentemente nelle costruzioni, siano essi per il trasporto di energia siano per la trasmissione dei dati, di qualsiasi livello di tensione, sono entrati a far parte dei cosiddetti “prodotti da costruzione” quindi anche essi dovranno soddisfare questo regolamento. In  particolare, con la sua introduzione, sono presentati gli obblighi di legge da rispettare così come segue: Classi di reazione al fuoco; Sistemi di Valutazione e verifica della costanza delle prestazioni (AVCP); Prestazioni minime da garantire; Tipi di ambienti e tempistiche di applicazione.

“Progettare un sistema di rivelazione incendio mediante la progettazione Fire Safety Engineering: Approccio, metodi e soluzioni” è stato il tema dell'intervento a cura di Fabio Borghini – Membro UNI Working Group CEN/TC34. I principali punti hanno riguardato: Ingegneria della sicurezza antincendio (metodo prestazionale, fire safety engineering FSE); applicazione di principi ingegneristici, di regole e di giudizi esperti basati sulla valutazione scientifica del fenomeno della combustione, degli effetti dell’incendio e del comportamento umano, finalizzati alla tutela della vita umana, alla protezione dei beni e dell’ambiente, alla quantificazione dei rischi di incendio e dei relativi effetti e dalla valutazione analitica delle misure antincendio ottimali, necessarie a limitare entro livelli prestabiliti le conseguenze dell’incendio.

Luca Galli, membro UNI Sistemi automatici rivelazione incendi CEN/TC72, ha chiuso il seminario, concentrandosi su “Fire Safety Engineering: applicazione nei sistemi di allarme vocale”. Le soluzioni progettuali previste dalle metodologie di progettazione della sicurezza antincendio del "Codice" - ha spiegato - allineano il panorama normativo italiano ai principi di prevenzione incendi internazionalmente riconosciuti. La progettazione di sistemi di diffusione sonora per scopi di emergenza può essere affrontata con maggiore maturità, possedendo corrette basi di acustica.

 

Fire Evac Tour 2018, dopo il successo di questa prima tappa, attende i professionisti della progettazione al secondo appuntamento, previsto per domani, 17 ottobre.

Il calendario:

17 ottobre 2018 – VENEZIA - Holiday Inn Venice – Mestre Marghera

18 ottobre – BOLOGNA -Hotel Savoia Regency, Via del Pilastro 2

19 ottobre 2018 – PISTOIA -Nursery eCampus – Via Bonellina 116

22 ottobre 2018 – ROMA - Hotel Dei Congressi – Viale Shakespeare, 29.

 

L’iscrizione all'evento, gratuito e a numero chiuso, è obbligatoria. La registrazione può essere ancora effettuata al link che segue. I posti disponibili sono ormai limitati: WWW.FIRE-EVAC-TOUR.COM

Per un approfondimento: https://youtu.be/7JueG0JQ8I4



pagina precedente