domenica, 19 agosto 2018

News

Tecnologie

Infrastruttura di rete: terra di mezzo dei sistemi video IP

25/05/2018

MILANO - Nella progettazione di un impianto TVCC IP, la prima necessità è identificare quale sia il cavo più adatto. La scelta può spaziare tra cavi a coppie intrecciate, coassiali, fibra ottica e wireless: ognuno presenta vantaggi e svantaggi. I cavi CAT 5e o superiori sono semplici da utilizzare, poco costosi e soprattutto spesso disponibili sui siti di installazione. Da un altro lato c’è il Wireless, con infrastruttura passiva praticamente nulla e buone larghezze di banda su buone distanze, fino a prevedere la possibilità di accesso alla rete attraverso i vettori di connettività mobile cavalcando il fenomeno crescente dell’IoT.

La fibra ottica, per contro, permette di trasmettere maggiori larghezze di banda su distanze elevate, con evidenti immunità ai fenomeni elettromagnetici esterni. Probabilmente la trasmissione in fibra ottica continuerà ad essere il riferimento per la trasmissione di larghezze di banda sempre crescenti e con la maggior richiesta di throughput a 10 Gigabit, la fibra Single-Mode diventerà l’unico mezzo trasmissivo per distanze ragionevoli. All’orizzonte non sembra delinearsi la scoperta di nuovi media ma, sicuramente, si vedranno ampi miglioramenti in termini di trasferimento di potenza sui cavi di rame, trasmissione di larghezze di banda elevate su fibra ottica e su maggiori distanze, con crescenti immunità ai disturbi elettromagnetici per il Wireless.

Nell'articolo di Marco Grasselli - Regional Manager South-Eastern Europe www.comnet.net il tema può essere approfondito: https://www.secsolution.com/articolo.asp?id=590



pagina precedente