sabato, 22 settembre 2018

News

Business & People

Fondi comunali per TVCC: modalità di richiesta

09/04/2018

ROMA - La circolare n. 11001/123/111(3) del 28 marzo 2018 del Ministero dell'Interno fornisce interessanti indicazioni per i Comuni che intendono partecipare al bando per potenziare il proprio impianto di videosorveglianza. Preventivamente occorre sottoscrivere con la Prefettura un patto per la sicurezza; successivamente è necessario presentare al Comitato per l'Ordine Pubblico un progetto - privacy compliant - che indichi le diverse prerogative delle forze di polizia. Il tutto entro il 30 giugno 2018. Alla domanda da presentare al Ministero tramite la Prefettura dovrà essere allegato anche un progetto tecnico preliminare firmato da un tecnico abilitato.

Ad oggi non sono però disponibili delle linee guida su come stipulare il patto per la sicurezza tra Comune e Prefettura: utilizzando tuttavia il modulo rilasciato dal Viminale, si evita di dover richiedere il nulla osta del Ministero. Ruolo del Comitato per l'Ordine Pubblico è invece verificare la conformità dell'impianto di videosorveglianza rispetto alle direttive ministeriali e alle norme privacy, tenendo conto “delle caratteristiche tecnico – prestazionali e della consistenza dell'impianto di videosorveglianza, in relazione alle dimensioni del comune e ai principali fattori di rischio presi in esame”.

 

A tal proposito lo scorso 12 gennaio il Ministero dell'Interno ha divulgato un disciplinare che individua chi è titolare del trattamento dati nella Questura, i tempi di conservazione delle targhe catturate dalla riprese video e il possibile collegamento tra videosorveglianza urbana e il ced nazionale dei veicoli rubati.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 



pagina precedente