venerdì, 19 aprile 2024

News

Normative

AI Act, il Garante Privacy: “Abbiamo requisiti per la funzione di vigilanza sul Regolamento”

27/03/2024

"Possiediamo i requisiti di competenza e indipendenza necessari per attuare il Regolamento europeo sull’intelligenza artificiale - recentemente approvato dal Parlamento europeo -  coerentemente con l’obiettivo di un livello elevato di tutela dei diritti fondamentali."

Sono queste le parole che Pasquale Stanzione, presidente del Garante per la protezione dei dati personali, scrive in una segnalazione inviata nei giorni scorsi ai Presidenti di Senato e Camera e al Presidente del Consiglio, a seguito dell’annuncio del Sottosegretario Alessio Butti di affidare la funzione di vigilanza e controllo dell’AI Act all’AgID e per le competenze che riguardano la cybersecurity all’ACN, l'Agenzia per la cybesicurezza nazionale.

In un'intervista rislasciata al Sole 24 Ore, il Sottosegretario Butti aveva infatti precisato che “una Authority indipendente”, come invece suggerito dalla Ue, “potrebbe mancare della competenza tecnica specifica e dell’integrazione con il sistema digitale nazionale che Agid e Acn già possiedono ed esercitano”.

Il forte impatto dell’IA sui diritti suggerisce di attribuirne invece la competenza ad Autorità che possiedano requisiti d’indipendenza stringenti, come le Authority per la privacy, anche per via della stretta interrelazione tra intelligenza artificiale e protezione dati e della competenza già acquisita in materia di processo decisionale automatizzato.

Necessaria una riflessione in Parlamento

Come ricorda lo stesso Garante, l'AI Act si fonda sull’articolo 16 del Trattato sul funzionamento dell’Unione europea. Si tratta della base giuridica della normativa di protezione dei dati, e lo stesso Regolamento sull’intelligenza artificiale prevede il controllo delle Autorità di protezione dei dati personali su processi algoritmici che utilizzino dati personali. 

Risulta quindi fondamentale la sinergia tra le due discipline e la loro applicazione da parte di un’unica Autorità, ai fini dell’effettività dei diritti e delle garanzie sanciti. Stanzione invita infine Parlamento e Governo a una riflessione su questi temi. 

(Fonte testo: www.key4biz)



Tutte le news