venerdì, 19 aprile 2024

News

Eventi

Sicurezza urbana, videosorveglianza e gestione rifiuti

14/03/2024

"La sicurezza urbana e il ruolo della videosorveglianza nella gestione dei rifiuti": è questo il titolo di una giornata di studi che ha affrontato un tema tanto importante quanto attuale, promossa dal Comune di Grottammare (AP) in collaborazione con l’ente formatore Infopol - realtà che si occupa della formazione e aggiornamento del personale degli enti locali - e svoltasi nel comune marchigiano lo scorso 27 febbraio.

L'incontro ha visto la partecipazione delle Polizie locali e provinciali di Marche, Abruzzo, Molise, e di alcune aziende di settore che producono strumentazioni elettroniche operative per le stesse.  Il programma ha previsto la trattazione di aspetti e criticità in materia di ordine pubblico e sicurezza urbana, il potenziale impatto sulla comunità degli strumenti tecnologici, con particolare riguardo al concetto di privacy, gli ambiti di applicabilità e un focus sulle procedure sanzionatorie, il ruolo dei vari soggetti coinvolti e gli strumenti operativi a disposizione.

Nel corso della parte pomeridiana del seminario, il formatore - comandante della Polizia locale - Domenico Giannetta, ha puntato l’attenzione sulla gestione dei rifiuti, dall’inquadramento normativo agli approfondimenti sui rifiuti edili e i veicoli abbandonati, e ancora sul ruolo della videosorveglianza negli illeciti di tipo ambientale. Stefano Proietti, comandante della Polizia locale, si è soffermato sull'utilità delle video trappole per la gestione dei rifiuti - "In questo momento abbiamo più di 40 telecamere tra OCR e di contesto" -  e in generale per contrastare gli illeciti ambientali, sottolineando come una corretta gestione di questo problema impatti in modo rilevante sulla percezione generale della sicurezza da parte della comunità.

Giannetta ha fatto riferimento anche al tema "sanzioni", illustrando la sanzione penale all’abbandono dei rifiuti prevista dall’art. 255 del d.lgs. 03/04/2006 n. 152. "Il tema della sicurezza urbana attanaglia tutte le città, parliamo di movida, di baby gang e di civile convivenza. Gli strumenti sono quelli del potere di ordinanza del sindaco a seguito delle recenti riforme e a questo si aggiunge la tutela ambientale, che desta qualche problema per la raccolta differenziata e gli abbandoni di rifiuti anche per i singoli cittadini che abbandonano in maniera indiscriminata i rifiuti. Ora è importante trovare delle procedure operative".

(Fonte testo: www.ilrestodelcarlino.it/)



Tutte le news