venerdì, 14 giugno 2024

W la Privacy

W la Privacy

App e dispositivi fitness tracker, dal Garante consigli per sicurezza e privacy

15/01/2024

Il Garante per la protezione dei dati personali si è fatto promotore di un'utile iniziativa rivolta a chi, quando fa sport per tenersi in forma, usa app e dispositivi fitness tracker, e intende tutelare la propria privacy e i propri dati personali.

Qualche esempio di dati che possono raccogliere e trattare app e dispositivi fitness tracker e che spesso vengono concessi dall'utente con una certa superficialità: il ritmo cardiaco durante una lezione; il tragitto della corsa giornaliera; gli appuntamenti in palestra e il numero di addominali, flessioni e salti che si fanno durante la settimana. E si può proseguire con dati come peso, altezza, relativi all'alemntazione, perfino al livello di stress e alle ore di sonno. 

Dati che possono essere ceduti

App e dispositivi per il monitoraggio delle attività sportive raccolgono e trattano dati di natura sensibile (in quanto relativi a salute e condizioni psico-fisiche) o in ogni caso assai delicati, perché possono rivelare abitudini di vita e di consumo, spostamenti, perfino relazioni sociali. Questi dati potrebbero essere ceduti a terzi per finalità di profilazione o addirittura possono cadere in mano a malintenzionati, con conseguenze serie per la sicurezza personale. Un esempio è dato dalla condivisione sui social di informazioni su dove, in quali giorni e a che ora si va a correre, se da soli o in compagnia.

App e dispositivi fitness tracker sono in genere connessi alla rete Internet e con altre app e dispositivi di vario genere, con tutto quello che ne consegue per quanto riguarda la moltiplicazione esponenziale dei dati trattati e diffusi e i possibili rischi legati alla sicurezza informatica.

Siamo dinanzi a strumenti utili che rappresentano un valido supporto alla persona per  mantenere un buono stato di forma o migliorare le performance sportive. E' però anche vero che devono essere utilizzati con una consapevolezza tale da garantire un'deguata protezione della propria riservatezza e dei propri dati personali.

Suggerimenti, spunti di riflessione e indicazioni sono riassunti sul sito del Garante nella pagina tematica www.gpdp.it/fitness-tracker e nella scheda informativa predisposta dall’Autorità.

 

 

 

 


maggiori informazioni su:
www.garanteprivacy.it



Tutte le news

Privacy e Videosorveglianza

in Presenza

Motorola Solutions

DPIA, BODY CAM e videosorveglianza urbana.
Tutela dell'operatore e impatto privacy

  • Brescia, 28 giugno 2024

Preparazione alla Certificazione

Ethos Academy

Corsi in programmazione riconosciuti per il mantenimento e la preparazione alla certificazione TÜV Italia

Webinar
La Norma CEI 64-8

Cybersecurity

Webinar

Ethos Academy

La cybersicurezza dei sistemi di videosorveglianza
Corso riconosciuto da TÜV Italia