giovedì, 23 maggio 2024

News

Business & People

Banda ultralarga e 5G: accordo per promuovere la connettività nei territori

04/10/2023

Il protocollo d’intesa siglato tra il Dipartimento per la trasformazione digitale, l’Associazione Nazionale Comuni Italiani (Anci), Infratel Italia e gli operatori Inwit, Vodafone, Tim e Open Fiber intende agevolare la realizzazione di connessioni ad alta velocità di ultima generazione, fisse e in mobilità.

L'accordo, sottoscritto dalle diverse parti, pone al centro i Comuni italiani e intendono contribuire al miglioramento della pianificazione degli interventi, della collaborazione tra pubblico e privato, garantendo, dove questo sia possibile, l’utilizzo di tecnologie a basso impatto ambientale e delle infrastrutture già esistenti.

Chiarisce meglio i termini dell'accordo il Sottosegretario di Stato con delega all’Innovazione tecnologica, Alessio Butti:  

L’obiettivo del protocollo d’intesa è di creare le condizioni necessarie alla diffusione delle reti ultraveloci e del 5G su tutto il territorio nazionale tramite accordi operativi tra Comuni e operatori tlc. Con la sottoscrizione dell’accordo gli operatori garantiranno alle amministrazioni comunali informazioni puntuali su tempi e modalità di intervento, la possibilità di attivare meccanismi di collaborazione preventiva e, compatibilmente con le milestone Pnrr, dare priorità alle infrastrutture del proprio territorio.

Vogliamo che i Comuni - prosegue Butti - diventino protagonisti dei processi di trasformazione digitale del Paese, supportandoli, grazie al prezioso contributo dell’Anci, di Infratel Italia e degli operatori. Ci sono 7.901 amministrazioni comunali da raggiungere con infrastrutture di rete ad alta velocità: abbiamo bisogno di connettività per aumentare le occasioni di sviluppo per il territorio e avvicinare i cittadini ai servizi digitali, senza lasciare indietro nessuno”.

Tra normative e procedure

Il protocollo d’intesa resterà in vigore fino al 30 giugno 2026. Tre le convenzioni operative di cui è composto: una per il Piano Italia a 1 Giga;  due per il Piano Italia 5G, alle quali i Comuni potranno aderire in base alle proprie esigenze.

Ogni operatore dovrà fornire ai Comuni un accordo operativo che includa le regole e le linee guida da seguire. Tale documento conterrà le normative, le procedure di collaborazione, le tecniche di lavoro e l'impegno da parte dell’operatore a eseguire gli interventi in modo temoestico e correttamente, così come stabilito dal Piano.

(Fonte testo: www.corrierecomunicazioni.it; Fonte immagine: www.rainews.it))



Tutte le news