domenica, 14 aprile 2024

W la Privacy

W la Privacy

Whistleblowing: fissate le garanzie per il dipendente che si rivolge all’Autorità Nazionale Anticorruzione

28/08/2023

Oltre che segnalare, con garanzie di riservatezza specifiche, un eventuale illecito presso la propria amministrazione o la propria azienda - “whistleblowing” - è ora data la possibilità di inviare una segnalazione direttamente all’Autorità Nazionale Anticorruzione.

Si tratta una novità introdotta dalla recente riforma della disciplina del whistleblowing, a cui fanno riferimento le Linee guida dell'Anac relative alla presentazione e gestione delle segnalazioni cosiddette “esterne”, su cui è stato espresso dal Garante un parere favorevole.

Il testo accoglie le indicazioni fornite dall’Autorità nel corso delle interlocuzioni con Anac al fine di assicurare il rispetto della protezione dei dati delle persone coinvolte in tutto il processo di gestione della segnalazione, con particolare riguardo alla riservatezza dell’identità del segnalante e del contenuto della segnalazione stessa, anche mediante il ricorso alla crittografia.

Quando è possibile fare una segnalazione

E' possibile effettuare una segnalazione “esterna” in caso di assenza o inefficacia dei canali di segnalazione interna degli enti pubblici o privati nei quali il lavoratore presta servizio, oppure nel caso in cui si temano una ritorsione o rischi per l’interesse pubblico.

Le violazioni possono essere segnalate ad Anac in modalità digitale, tramite una specifica piattaforma online, oppure attraverso i canali tradizionali (servizio telefonico, incontro in presenza) e devono riguardare illeciti circostanziati o che, sulla base di elementi concreti, si ritiene potrebbero essere commessi.

Le Linee guida contengono anche chiarimenti utili sui principali aspetti del nuovo quadro normativo e forniscono indicazioni e princìpi che i datori di lavoro potranno tenere in considerazione nell’attivazione dei propri canali di segnalazione interna.

Le Linee guida di Anac chiariscono anche, in continuità con gli orientamenti del Garante in materia, l’ambito delle condotte segnalabili e ribadiscono la necessità di garantire - nel caso di segnalazioni effettuate tramite piattaforma informatica - la non tracciabilità del segnalante per non vanificare le tutele di riservatezza previste dalla legge, ma di tracciare, a tutela della sicurezza del trattamento, le operazioni effettuate dal personale autorizzato a gestire le segnalazioni.

 

 


maggiori informazioni su:
www.garanteprivacy.it



Tutte le news