domenica, 21 aprile 2024

News

Eventi

La sicurezza del Made in Italy, successo per il Tour di Assosicurezza

13/06/2023

Con la tappa di Padova, che si è tenuta lo scorso 9 giugno, è giunta al termine la prima parte del progetto di Assosicurezza, “La sicurezza del Made in Italy”.

Il significativo successo, anche se non certo inatteso del Tour - media partner sono stati secsolution Magazine e secsolution.com - fa senz’altro sperare in una nuova edizione che coinvolga in futuro altre città.

Le aziende che hanno aderito al tour hanno avuto la possibilità di mettere in evidenza il brand ma soprattutto hanno messo in luce la loro reale capacità di innovare, di proporre soluzioni efficaci e anche di integrazione tra loro.

Introducendo i lavori Alessandro Bove, Presidente della Fondazione Ingegneri di Padova, ha sottolineato che una corretta progettazione è in generale fondamentale, e non solo quando si parla di smart city. Le moderne e complesse infrastrutture tecnologiche che caratterizzano le nostre città, soprattutto in riferimento alla sicurezza, richiedono soluzioni integrate che devono essere pensate. Bove, ha inoltre evidenziato come le aziende italiane non abbiano nulla da invidiare alle imprese straniere in termini di competenza, tecnologia e capacità di pianificazione.

Il seminario, che ha avuto il patrocinio di A.I.PRO.S, AIPS e Assistal, ha dato spazio a realtà italiane leader nel settore, coinvolte in questo interessante progetto di integrazione proprio per far comprendere, con approfondimenti tecnici e case history, come il Made in Italy sia senza dubbio in grado di garantire le soluzioni ideali. Il tutto nel rispetto delle norme e con uno “spirito” di coesione, di cui l’evento di Assosicurezza ha offerto un primo ma significativo saggio, che merita di essere approfondito e valorizzato. Il tutto condito con un distillato di Norme Tecniche.

“Un percorso virtuoso”

 Franco Dischi, Segretario Generale di Assosicurezza, ha così commentato la positiva conclusione del Tour: “Lo scopo dei seminari era quello di approcciare i progettisti, installatori e system integrator, attraverso un pull di aziende  italiane di eccellenza, offrendo  tecnologie e  soluzioni di sicurezza, per servire anche i clienti di fascia alta del mercato con soluzioni tecnologiche fatte a regola d’arte e con una giusta remunerazione delle attività svolte.

 I 4 seminari fatti a Milano presso IMQ - osserva Dischi - e successivamente presso ordini professionali di Torino, Firenze e Padova hanno delineato un percorso virtuoso da perseguire anche nella seconda parte dell’anno. In funzione della partecipazione  numerosa e dei riscontri avuti, siamo molto soddisfatti E pensare che siamo solo all’inizio ….”

Da segnalare infine la centralità che nel corso dei vari eventi ha avuto la riflessione sulle norme, il “faro” da seguire costantemente in un panorama tecnologico in costante evoluzione. Molto apprezzato è stato l’intervento di Roberto Dalla Torre – esperto di norme che si occupa, in qualità di coordinatore e docente, dell’erogazione dei corsi propedeutici alla certificazione secondo la norma CEI 79-3 e EN 16763 - che ha proposto una disamina davvero molto apprezzata sul panorama normativo in tema di sistemi di sicurezza antintrusione, sia a livello nazionale, sia europeo (norme CEI e norme Cenelec). 

 



Tutte le news