domenica, 26 maggio 2024

Cyber Security

Cyber Security

Cloud Security report 2023: le sfide per garantire il successo del cloud

18/04/2023

Espandendo le loro operazioni, le organizzazioni proseguono il loro processo verso la trasformazione digitale, per trovare modi innovativi per connettersi ai clienti, adottando una strategia più stabile per il lavoro a distanza, per fare un esempio. L’adozione del cloud agevola questa evoluzione, offrendo numerosi vantaggi alle imprese ma al tempo stesso introduce sfide che devono essere riconosciute e gestite in modo adeguato da ogni team che si occupa di sicurezza.

L’edizione 2023 del Cloud Security report, condotta da Cybersecurity Insiders e sponsorizzata da Fortinet, ha coinvolto 752 professionisti della sicurezza informatica di tutto il mondo e di ogni settore, con l'obiettivo di capire le priorità e le sfide principali che devono essere gestite per garantire il successo del cloud. Sono molteplici i fattori che rallentano o modificano le  strategie di adozione del cloud: l’aumento dei costi, i requisiti di conformità, le complessità legate all’hybrid e al multi-cloud, la visibilità ridotta e la carenza di professionisti qualificati.

Buone prospettive per l'adozione del cloud

In un simile scenario, risultano però positive le prospettive per l’adozione del cloud. Al fine di salvaguardare gli obiettivi digitali basati sul cloud, i budget per la sicurezza in questo settore sono destinati ad aumentare per la maggior parte delle aziende nel prossimo anno. 

Qualche dato in maggiore dettaglio che emerge dall'analisi.

Il cloud computing pubblico continua a offrire molti importanti vantaggi alle aziende. I professionisti intervistati sonp d'accordo nell'affermare che le loro organizzazioni hanno sperimentato maggiore flessibilità e scalabilità (53%), maggiore agilità (45%), migliore disponibilità e continuità operativa (44%), e implementazione e provisioning accelerati (41%) grazie all’adozione del cloud. Le organizzazioni, stanno pertanto ottenendo migliori risultati di business, tra cui una maggiore reattività alle esigenze dei clienti.

Nonostante l’adozione del cloud annua rimanga simile a quella analizzata nell’edizione precedente del report, si mantiene costante il ritmo con cui le aziende spostano i carichi di lavoro sul cloud. Circa il 40% degli intervistati ha dichiarato di avere già più della metà del proprio carico di lavoro sul cloud, mentre il 58% ha anticipo che raggiungerà lo stesso livello nei prossimi 12/18 mesi.

La sicurezza, preoccupazione priorotaria per le organizzazioni 

Anche se le aziende continuano ad adottare il cloud e a beneficiare dei suoi vantaggi, quasi tutte le organizzazioni intervistate hanno dichiarato di essere preoccupate per la sicurezza del cloud ad un livello moderato/estremo. Il 43% di loro ritiene inoltre che i principali rischi siano legati all’utilizzo del cloud pubblico, rispetto a un ambiente on-premise.

I professionisti della sicurezza informatica affrontano varie sfide specifiche quando si tratta di proteggere in modo efficace i carichi di lavoro che sono sul cloud. La mancanza di personale qualificato è in cima alla lista delle preoccupazioni che ostacolano l’adozione del cloud per il secondo anno consecutivo. Gli intervistati hanno anche citato altre preoccupazioni a livello operativo connesse alla sicurezza del cloud: il rispetto dei requisiti di conformità, ottenere maggiore visibilità sugli ambienti cloud e l’implementazione di policy di sicurezza coerenti.

Un aumento dei budget per la sicurezza del cloud

 Il fatto che le organizzazioni siano impegnate a superare le principali sfide associate all’adozione del cloud, fa sì che oltre la metà dei professionisti intervistati (60%) dichiari che quest’anno aumenterà il budget destinato alla sicurezza del cloud. I team di sicurezza prevedono di utilizzare questi budget per affrontare le minacce e le preoccupazioni che rappresentano i maggiori rischi per le proprie attività. Secondo la ricerca, ad esempio, stanno dando priorità ad attività come la prevenzione di configurazioni errate (51%) e la protezione delle principali applicazioni cloud già in uso (48%).

L’edizione 2023 del Cloud Security report dà risalto alle sfide che le organizzazioni affrontano per aumentare l’efficacia della sicurezza del cloud riducendo al contempo le complessità nelle proprie operazioni quotidiane. Quindi, non sorprende che la maggior parte degli intervistati (90%) ha dichiarato che sarebbe utile avere una piattaforma unica per la sicurezza del cloud per poter configurare e gestire le policy di sicurezza in modo coerente e completo nei propri ambienti cloud.

Un approccio basato su una piattaforma mesh per la sicurezza informatica può aiutare le organizzazioni a superare molti di questi ostacoli fornendo visibilità, gestione e automazione centralizzate su tutte le piattaforme cloud. Questo consente ai team di sicurezza di sfruttare la condivisione dell’intelligence, per tempi di risposta più rapidi. I leader possono quindi ottenere maggior efficienza, ridurre l’impatto del divario di competenze e accrescere l’efficacia complessiva del proprio team.

 

 


maggiori informazioni su:
https://global.fortinet.com/



Tutte le news