martedì, 16 aprile 2024

News

Business & People

Kaspersky e le (fosche) previsioni sulle cyber minacce nel 2023

30/01/2023

Nel 2022 abbiamo osservato che gli incidenti di cybersecurity sono stati numerosi e hanno causato molti problemi a proprietari e operatori ICS. Tuttavia, non abbiamo assistito a cambiamenti improvvisi o catastrofici nel panorama generale delle minacce, né a cambiamenti difficili da gestire, nonostante i numerosi titoli riportati dai media.

Analizzando gli incidenti nel 2022, dobbiamo riconoscere, che siamo entrati in un’epoca in cui i cambiamenti più significativi nel panorama delle minacce ICS sono determinati principalmente dalle tendenze geopolitiche e dai conseguenti fattori macroeconomici. I criminali informatici sono naturalmente cosmopoliti; tuttavia, prestano molta attenzione alle tendenze politiche ed economiche mentre inseguono facili profitti e garantiscono la loro sicurezza personale. Confidiamo che la nostra analisi degli attacchi futuri sia utile alle aziende per prepararsi alle nuove minacce emergenti”.

Queste parole di Evgeny Goncharov, Head di ICS CERT Kaspersky commentano il lavoro svolto dai ricercatori del CERT ICS di Kaspersky, parte del Kaspersky Security Bulletin (KSB), una serie di previsioni annuali e articoli analitici sui principali cambiamenti nel mondo della cybersecurity

I settori maggiormente colpiti

Le loro analisi sugli sviluppi e sui rischi dei sistemi di controllo industriale dei prossimi anni, ai quali le aziende devono prepararsi nel corso di questi'anno, includono elementi piuttosto allarmanti: l’aumento della superficie di attacco dovuto alla digitalizzazione, le attività di insider e criminali informatici volontari, gli attacchi ransomware alle infrastrutture critiche, nonché gli effetti tecnici, economici e geopolitici sulla qualità del rilevamento delle minacce e sulle vulnerabilità sfruttate dagli attaccanti. 

Dall'analisi degli esperti di Kaspersky emerge anche che assisteremo a un cambiamento nell’attività delle minacce persistenti avanzate (APT) contro le aziende industriali e i sistemi OT in nuovi settori e aree. Settori come l’agricoltura, la logistica e i trasporti, le energie rinnovabili e il settore energetico nel suo complesso, l’high-tech, le case farmaceutiche e i produttori di attrezzature mediche saranno con buona probabilità oggetto di un maggior numero di attacchi il prossimo anno. Resteranno invariati obiettivi tradizionali, come settore industriale militare e quello governativo.

Le aziende potrebbero avere la prospettiva di fronteggiare nuovi rischi, come la diminuzione della qualità del rilevamento delle minacce a causa di interruzioni della comunicazione tra sviluppatori e ricercatori di sicurezza informatica situati in Paesi attualmente in conflitto. Ci si potrebbe anche trovare di fronte a una diminuzione della qualità delle informazioni sulle minacce, con conseguenti attribuzioni non supportate e tentativi governativi di controllare le informazioni su incidenti, minacce, e vulnerabilità.



Tutte le news