venerdì, 30 settembre 2022

News

Business & People

Protezione del data center: il momento è adesso

18/08/2022

La guerra in Ucraina ha messo il mondo in allerta sul tema della cyber sicurezza, e una componente critica del mondo digital-centrico di oggi - i data center - non fa eccezione. Infatti, i data center potrebbero essere i primi sulla linea di tiro se le cyber-ostilità si espandessero oltre l’Ucraina.

Una nuova e tempestiva guida del National Cyber Security Centre (NCSC) del Regno Unito ha avvertito che “gli effetti a cascata di una perdita di servizio possono essere enormi”. Ma perché i data center sono un obiettivo primario?

I data center sono un obiettivo primario perché rappresentano un anello fondamentale nella digital supply chain, sia che siano di proprietà di una singola azienda, sia che ospitino più clienti in hub di proprietà di provider di servizi gestiti, aziende di colocation e fornitori di servizi cloud (CSP). A seconda del data center, un attacco potrebbe avere un impatto su svariati settori critici, dalla sanità e dalla finanza all’energia e ai trasporti.

I data center sono apparentemente meglio difesi rispetto a molte risorse IT aziendali in sede, ma rappresentano anche un obiettivo più grande, e quindi un maggiore profitto per gli attaccanti. Perché spendere tempo e sforzi per attaccare più obiettivi quando si può colpire un data center e paralizzarne centinaia o migliaia in un colpo solo?

A questa e ad altre domande dà risposta nel suo articolo Fabio Buccigrossi - Country Manager di ESET Italia.

Il link per proseguire la lettura 



Tutte le news