lunedì, 15 agosto 2022

News

Business & People

Johnson Controls e Accenture insieme per due nuovi OpenBlue Innovation Center

28/07/2022

Accenture e Johnson Controls hanno avviato una collaborazione che porterà alla realizzazione e alla gestione di due nuovi OpenBlue Innovation Center (apriranno a Bangalore e Hyderabad), il cui compito sarà quello di supportare lo sviluppo di prodotti e servizi a marchio JCI per i sistemi di controllo degli edifici che utilizzano tecnologie quali intelligenza artificiale (IA), ’digital twin’, IoT, 5G e cloud.

L’obiettivo è quello di accelerare l’automazione avanzata negli edifici per ottenere sostenibilità, sicurezza, una maggiore protezione e oltre a una user experience di qualità. 

Ricordiamo che Johnson Controls OpenBlue è una suite di soluzioni e servizi connessi basati su intelligenza artificiale che si integra con la tecnologia operativa dei clienti. Il sistema raccoglie e prepara i dati provenienti dagli edifici e applica il machine learning dall’edge al cloud, confrontando i dati con modelli di performance IA ottimizzati. Il risultato è la capacità di micro-gestione delle prestazioni degli edifici in tempo reale, risparmiando, così, costi ed energia e migliorando gli ambienti.

Abbiamo la grande opportunità di accelerare la riduzione delle emissioni di anidride carbonica negli edifici introducendo in OpenBlue nuove funzionalità basate su tecnologie avanzate che consentiranno ai nostri clienti di raggiungere i loro obiettivi di sostenibilità”, sottolinea Vijay Sankaran, Chief Technology Officer di Johnson Controls. “L’esperienza di Accenture in platform engineering, integrazione e sostenibilità ci aiuterà a fornire più rapidamente queste funzionalità avanzate, accorciando i tempi di riduzione di emissioni, energia e costi dei progetti, nonché aiutando i nostri clienti a diminuire i loro costi operativi”.

Il ruolo di Accenture 

Accenture avrà il ruolo di supportare Johnson Controls nell’implementazione di tecnologie innovative sulla piattaforma OpenBlue: l’analisi basata su AI per l’ottimizzazione dell’utilizzo degli spazi, la saturazione di O2 e CO2 nei flussi d’aria, nonché i rischi di malattie infettive e altre informazioni ambientali. Grazie ai ’digital twin’ Johnson Controls sarà in grado di modellare, analizzare e prendere decisioni su manutenzione, aggiornamenti e sostenibilità, sostituendo i prototipi fisici. Questa implementazione contribuisce a ridurre l’uso di risorse, le emissioni di carbonio, i costi e il time-to-market. Il 5G e l’IoT saranno utilizzati anche per una trasmissione di dati più veloce, così come la gestione e il controllo da remoto dei dispositivi connessi.

Circa il 40% delle emissioni di anidride carbonica (CO2) è generato a livello globale dal settore edilizio. Per rispondere a questo problema, una ricerca di Accenture ha rilevato come le tecnologie quali i ‘digital twin’, repliche digitali di beni o processi fisici, possano dimezzare il consumo energetico e le emissioni di carbonio. Inoltre, la stessa Accenture, ha evidenziato in un ulteriore studio che le aziende con una maggiore performance di sostenibilità - sulla base di indicatori ambientali, sociali e di governance (ESG) - ottengono risultati migliori dal punto di vista finanziario.

Le aziende non dovrebbero essere costrette a scendere a compromessi tra i propri obiettivi di business e quelli di sostenibilità, in quanto una strategia tecnologica efficace può venire in loro soccorso”, conclude Paul Daugherty, group chief executive-technology e chief technology officer di Accenture. “Insieme a Johnson Controls, sfrutteremo la tecnologia in modi alternativi. Utilizzeremo strumenti di misurazione di ESG efficaci e sfrutteremo la potenza degli ecosistemi per risolvere i problemi ambientali negli edifici”.

 


maggiori informazioni su:
www.johnsoncontrols.com



Tutte le news