venerdì, 30 settembre 2022

News

Tecnologie

Teledyne FLIR, installato un sistema di rilevazione droni per un'infrastruttura critica

26/05/2022

Teledyne FLIR ha eseguito l'installazione di un sistema di rilevazione droni a lunga distanza per un'infrastruttura critica situata in Svezia.  Il progetto, completato all'inizio del 2022, è stato possibile grazie anche al supporto del Distribution Partner CCTV-Systems AB, azienda attiva nel settore della videosorveglianza. Il sistema intelligente “slew-to-cue” combina radar, immagini termiche e sensori a luce visibile.

Il fatto che attualmente i droni siano disponibili a un pubblico sempre più ampio, fa sì che risultino sempre più importante che vengano rilevati e monitorati, soprattutto nel caso di siti e infrastrutture critiche come centrali elettriche, utility center, aeroporti, data-center, acquedotti, dighe.

Una rilevazione non facile

Rilevare in modo efficace e accurato i droni è molto impegnativo: monitoraggio e rilevazione aerei interessano un'area molto ampia, a forma di cupola e senza punti di riferimento. I droni sono inoltre di piccole dimensioni e sono veloci; il loro volo è irregolare e questo rappresenta una sfida notevole per i sistemi visivi di rilevazione, che devono riconoscere oggetti in condizioni meteorologiche e del cielo sempre variabili.

Rilevazione di droni per infrastrutture critiche

Il sistema utilizza la cosiddetta funzione “slew-to-cue”, in cui un radar scansiona costantemente il cielo, rileva i droni da una lunga distanza e punta automaticamente la telecamera PTZ FLIR sulla posizione esatta del drone rilevato, dopodiché la telecamera continua a seguire l'oggetto in movimento utilizzando il meccanismo di rotazione/inclinazione.

Il sistema include il radar FLIR Ranger R8SS-3D, in grado di rilevare oggetti entro un raggio di tre chilometri e tracciare fino a 512 bersagli (droni) contemporaneamente, filtrando efficacemente la rilevazione di uccelli. L'R8SS-3D fornisce una rilevazione emisferica completa ed è in grado di monitorare l'area di copertura quattro volte al secondo, funziona 24 ore su 24, 7 giorni su 7 e rileva tutte le minacce terrestri e aeree praticamente con qualunque tipo di clima, di giorno e di notte.

Le rilevazioni radar vengono costantemente verificate con FLIR Ranger HDC MR, un sistema di sorveglianza a media-lunga portata ad alta definizione che utilizza la tecnologia di imaging termico per rilevare minacce anche in condizioni di scarsa visibilità, di notte, o in condizioni meteorologiche complesse, come ad esempio nel caso di nebbia, pioggia e nuvole. Tutto ciò che il sistema rileva viene monitorato e controllato con la piattaforma software Cameleon C2 di FLIR, che consente agli operatori di controllare il sistema di sorveglianza e condividere tutte le informazioni con altre agenzie di sicurezza

Rilevazione di massima precisione

Dall'inizio del progetto il requisito minimo dell'utente finale era di ottenere una classificazione accurata al 100%, a 500 metri: Teledyne FLIR è stata in grado di soddisfare questa richiesta grazie ad un'accurata messa a punto e calibrazione, all'ottica (sia termica sia visibile) superiore del sistema e alla capacità del radar ad alte prestazioni.

Teledyne FLIR garantisce inoltre che il sistema sia in grado di funzionare con il massimo tempo di attività, elemento essenziale per un'infrastruttura critica, dove è sempre necessario avere consapevolezza della situazione 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Il sistema utilizza un sensore termico non raffreddato che richiede una manutenzione minima e con tempi di fermo praticamente nulli, mentre una telecamera raffreddata richiederebbe la sostituzione periodica del sotto-sistema di raffreddamento. 


maggiori informazioni su:
www.teledyneflir.com



Tutte le news