lunedì, 20 settembre 2021

News

Business & People

Dossier Viminale 2021, in aumento i reati informatici

02/09/2021

ROMA - Il dossier Viminale, pubblicato ogni anno in occasione della tradizionale riunione del 15 agosto del Comitato nazionale per l’ordine e la sicurezza pubblica, offre un quadro riepilogativo delle attività e delle iniziative di tutte le componenti del Ministero dell’Interno, affrontando il tema della sicurezza – da intendersi come safety e security – anche attraverso il confronto, laddove sia possibile, con lo stesso periodo precedente.

Anche quest’anno, sui dati relativi al periodo di riferimento (1 agosto 2020 – 31 luglio 2021) incidono le limitazioni e i divieti previsti per fronteggiare l’emergenza sanitaria e contenere la diffusione del Covid-19.

Presentato lo scorso 15 agosto nel corso di una conferenza stampa del Ministro dell'Interno, il documento conferma le tendenze della delittuosità in Italia degli anni passati, con una progressiva diminuzione dei reati fisici di fronte però a un sensibile aumento di quelli informatici.

I delitti totali denunciati sono passati da 2.019.277 a 1.875.038 (-7,1%) con una riduzione dei reati predatori (furti e rapine) da 860.367 a 750.036 (-12,8%). Sono in diminuzione omicidi, rapine e furti anche da parte della criminalità organizzata. In maggiore dettaglio: i furti sono stati 730.061 (-12,8%) e le rapine 19.975 (-3,8%). In calo anche gli omicidi volontari con vittime di sesso femminile (femminicidi), scesi da 122 a 105 (-13,9%), dei quali 88 in ambito familiare/affettivo.

E' da notare l’aumento generalizzato dei reati informatici. Sono stati registrati 4.938 attacchi informatici e diramati 102.517 alert (+21,2%); aumentati da 39.626 a 61.033 i siti web oscurati (+54%) a fronte di 502.803 siti controllati dalla Polizia Postale e delle Comunicazioni (+ 359,8%). In aumento anche le truffe, cresciute del 16,25% (155.242).


maggiori informazioni su:
https://www.interno.gov.it/



Tutte le news