lunedì, 20 settembre 2021

News

Business & People

Progetto Don Bosco, la parola agli sponsor: Maurizio Tugnolo di Finder

10/08/2021

MILANO - "Formare in maniera concreta i giovani per il futuro della sicurezza 4.0” questo il senso del progetto che ha dato vita a tre nuovi moderni laboratori interni, molto sofisticati, nei settori building automation, sicurezza anticrimine, videosorveglianza, controllo accessi, sicurezza antincendio, con un'annessa area esterna tecnologicamente avanzata, per le simulazioni progettuali e funzionali direttamente in campo.

Abbiamo intervistato le aziende che hanno creduto e investito nei nuovi i laboratori, del Centro Ragazzi Don Bosco di Roma. Ecco le loro testimonianze.

Intervista a Maurizio Tugnolo, responsabile commerciale distribuzione FINDER.

Il pedagogista Francesco De Bartolomeis definiva i laboratori didattici come luoghi fisici e sociali attrezzati, non un semplice accompagnamento delle attività scolastiche, ma l’ossatura portante della scuola stessa. 

- Quali sono state le motivazioni che hanno spinto il management aziendale nell’aderire a questo innovativo percorso formativo?

"Finder ha sempre avuto una forte attenzione nei riguardi del mondo “scuola” e CNOS è considerato come uno dei migliori partner con cui condividere la politica aziendale. La risposta sta proprio nella domanda: questo rappresenta davvero un “percorso innovativo” e la prontezza e il desiderio di coinvolgimento ci ha portati a stringere una forte collaborazione".

- L’attività in laboratorio, oltre alla normale attività didattica, quale trasformazione concreta darà agli studenti?

"Noi crediamo che l‘attività di laboratorio trasmetta agli studenti di oggi, professionisti di domani, una consapevolezza reale del mondo del lavoro. I laboratori sono dei veri simulatori di reparti aziendali e cantieri".

- Secondo la vostra vision, quale sarà l’impatto sui mercati della security che avranno queste nuove figure professionali 4.0? 

"Il CNOS, di sicuro una delle realtà al top per ciò che riguarda la formazione nel nostro settore, ha, con questo progetto, avviato un’offerta formativa che va proprio ad approfondire diversi argomenti, tra cui, appunto, quello della security. Anche se Finder non ha, nel proprio catalogo prodotti, molti dispositivi per l’industria 4.0, siamo convinti che la parola chiave nel mercato del futuro sia digitalizzazione.

Per ciò che riguarda il processo industriale, è indispensabile una preparazione in tale ambito per rispondere alle richieste delle aziende, che si aspettano, dai professionisti che lavorano con loro, proprio una formazione sempre più digitalizzata e al passo con i tempi. Ce lo ha insegnato proprio il lockdown, con lo smart working e, per ciò che riguarda il mondo della scuola, la DAD. La digitalizzazione di oggi non può prescindere dalla security e, di conseguenza, da nuove figure professionali formate in tal senso".

Per approfondire: https://www.secsolution.com/audiovideo-dett.asp?id=596

 

 

 


maggiori informazioni su:
www.findernet.com



Tutte le news