martedì, 22 giugno 2021

News

Eventi

Workshop: “Il Data Protection Officer all’interno delle complessità organizzative pubbliche e private”.

12/05/2021

MILANO - La trasformazione digitale avvenuta nel corso dell'ultimo anno ha reso senz'altro  più efficienti imprese e pubbliche amministrazioni, accrescendo però i rischi cyber: i dati che emergono dal Rapporto Clusit 2021 mettono in luce, infatti, come nel periodo preso in esame i danni globali siano stati equivalenti a due volte il PIL italiano.

Gli investimenti in cybersecurity da parte delle aziende italiane risultano rallentati nel 2020, e il 19% delle imprese ha addirittura diminuito gli investimenti complessivi in questo ambito. 

In questo scenario, il prossimo 25 maggio l’Osservatorio Cybersecurity & Data Protection del Politecnico di Milano organizza con Clusit - Associazione Italiana per la Sicurezza Informatica - il workshop gratuito “Il Data Protection Officer all’interno delle complessità organizzative pubbliche e private”, rivolto a manager e professionisti di istituzioni e aziende.

I temi dell'incontro

Con la presenza dell’Autorità Garante per la protezione dei dati personali e dei Presidenti di Associazioni e Centri di Studio di settore, l'incontro analizzerà l’organizzazione di enti pubblici ed aziende private a seguito dell’inserimento della figura del Data Protection Officer (DPO), nonché le risorse stanziate per le specifiche attività. 

Ad oggi in Italia il 69% delle aziende ha inserito nel proprio organico un Data Protection Officer, principalmente per effetto dell’entrata in vigore del Gdpr; per il resto la tendenza è ancora quella di avvalersi di figure esterne”, precisa Gabriele Faggioli, Presidente di Clusit e Responsabile Scientifico Osservatorio Cybersecurity & Data Protection del Politecnico di Milano. 

Abbiamo pensato che fosse il momento di riunire rappresentanti delle istituzioni, associazioni ed esperti per analizzare la situazione a diversi livelli - prosegue Faggioli - ma soprattutto per fornire strumenti di controllo e azione alle organizzazioni. Lavoriamo con tutte queste realtà affinché l’avvio di programmi formativi strutturati sulla gestione dei rischi cyber divenga una priorità del sistema Paese”.

La partecipazione al workshop è gratuita, previa iscrizione al link che segue. 



Tutte le news