domenica, 25 ottobre 2020

News

Business & People

Kaspersky: le spese per la sicurezza informatica rimangono una priorità

12/10/2020

MILANO - In base al nuovo report di Kaspersky, dal titolo: "Investment adjustment: aligning IT budgets with changing security priorities", la sicurezza informatica rimane uno degli investimenti prioritari per le aziende,al punto che il 71% delle organizzazioni prevede che il budget ad essa destinato conoscerà un'ulteriore crescita nei prossimi tre anni.

In riferimento alle PMI, nel 2020 si è registrata un aumento del 26% rispetto al 23% del 2019, mentre per le enterprise si è passati dal 26% degli investimenti in sicurezza nel 2019 al 29% nel 2020. E' significativo rilevare che tale impegno negli investimenti in sicurezza si confermi a dispetto del calo dei budget complessivi dedicati all’IT, a causa della pandemia COVID-19 e nonostante il fatto che le PMI siano state le più colpite dal punto di vista economico dall'emergenza sanitaria.

L'importanza di una formazione di qualità

A seguito del lockdown, le organizzazioni hanno dovuto adeguare i piani aziendali per soddisfare nuove esigenze come l’improvvisa necessità di digitalizzare alcuni processi o quella di ottimizzare i costi. Il report di Kaspersky, basato su un sondaggio condotto tra oltre 5.000 professionisti IT e di sicurezza informatica, mostra i recenti trend economici nel settore della cybersecurity e come questi siano legati agli eventi che hanno caratterizzato l’anno in corso.

"Il 2020 ha messo molte aziende nella condizione di dover concentrare i propri sforzi e le proprie risorse nel tentativo di sopravvivere. Anche se i budget vengono rivisti, ciò non significa che la sicurezza informatica debba finire all’ultimo posto della lista delle priorità. Raccomandiamo alle aziende, che nei prossimi anni saranno costrette a spendere meno per la sicurezza informatica, di farsi furbe e di utilizzare tutte le opzioni disponibili per rafforzare le proprie difese, rivolgendosi a soluzioni di sicurezza gratuite disponibili sul mercato, come ad esempio Kaspersky Anti-Ransomware Tool for Business, e introducendo programmi di sensibilizzazione alla sicurezza destinati a tutti i dipendenti dell'organizzazione. Sono piccoli passi che possono fare la differenza, soprattutto per le PMI" - ha commentato Alexander Moiseev, Chief Business Officer di Kaspersky.

Per proteggere la propria organizzazione Kaspersky offre alcuni suggerimenti alle piccole e medie imprese, primo fra tutti quello di insistere sulla formazione: è fondamentale istruire il proprio team sui rischi per la sicurezza IT come il phishing, le minacce web, il malware finanziario e altre minacce che possono prendere di mira i dipendenti.

E' necessario naturalmente garantire aggiornamenti tempestivi di tutti i sistemi, software e dispositivi, utilizzare password complesse per accedere ai servizi aziendali. Utilizzare l'autenticazione a più fattori per l'accesso ai servizi da remoto; assicurarsi che tutti i dispositivi aziendali siano protetti con password complesse e che queste vengano cambiate regolarmente; Utilizzare servizi e piattaforme cloud sicuri per il trasferimento dei dati aziendali. Assicurarsi di proteggere tutti i file condivisi con password, ad esempio in Google Docs, o di renderli disponibili a una cerchia limitata all'interno di un gruppo di lavoro.

 



Tutte le news