mercoled√¨, 25 novembre 2020

News

Business & People

Un aiuto per ripartire dopo il COVID-19, anche cancellando i vecchi debiti

04/08/2020

MILANO - La pandemia da coronavirus non ha purtroppo cancellato i debiti pregressi che gli imprenditori, ma anche i semplici cittadini, hanno contratto con gli istituti di credito o con le finanziarie. Anzi, proprio in questo periodo di crisi, sempre più persone si vedono costrette, vuoi per esigenze di liquidità aziendale vuoi personale, a chiedere nuovi finanziamenti. Esistono, oggi, delle strade, per così dire, “agevolate”, con aiuti da parte dello Stato, ma non sempre sono percorribili.

Uno dei problemi più grossi è quello del “cumulo” delle rate. Una “montagna” che, però, si può superare. Ce lo spiegano Carmina Gallucci ed Elisabetta Ribatti, autrici del libro Cancella il Debito, come liberarsi dalla morsa dei debiti, pubblicato da Ethos Academy, disponibile in versione kindle e cartacea, sullo store di Amazon (informazioni al seguente link:

http://media.secsolution.com/libri-pubblicazioni-dett.asp?c=2&id=30)


Ecco cosa consigliano le nostre esperte:

“C’e un prestito per tutto, e le tue rate sono aumentate vertiginosamente. La macchina, la moto, le vacanze, i mobili, le cure dal dentista, il computer. Nulla non è più rateizzabile. Sei arrivato ad avere anche 10 rate riferite a prestiti differenti. E’ un turbinio, un girotondo infernale del quale si può perdere facilmente il controllo, soprattutto se le entrate mensili sono ballerine e si deve dare priorità al mantenimento della famiglia quotidiano. Così sei magari entrato nel girone delle “rate non pagate” e tra poco verrai classificato tra i cattivi pagatori, cioè nessuno ti concederà più alcun finanziamento. Prima che ciò accada, se la frittata è già fatta e non riesci a sostenere le rate, almeno cerca di consolidare i tuoi debiti. Trova cioè (e sei ancora in tempo per farlo prima di essere segnalato come cattivo pagatore) una /due banche che unifichino in una sola rate tutte quelle che hai, allungando il periodo del rimborso di modo da avere una rata più leggera. Cerca di negoziare magari una rata trimestrale e non mensile, visto che magari non riesci ad avere entrate costanti nel tempo. Se serve e la banca lo gradisce fai intervenire un consorzio di garanzia a supporto.

E’ una impresa non facile, vista la stretta creditizia delle banche, ma non impossibile.

Certamente più probabile del cercare denaro quando sarai già segnalato come cattivo pagatore, sommerso dalle rate da pagare, gli interessi, le spese, la mora e con il rischio che anche quel poco denaro che hai sul conto corrente ti venga pignorato dalle banche creditrici per soddisfarsi”.

Approfondisci su: http://media.secsolution.com/libri-pubblicazioni-dett.asp?c=2&id=30



Tutte le news