mercoledì, 30 settembre 2020

News

Business & People

Nasce Women4Cyber, le donne per promuovere la cultura della sicurezza informatica

13/08/2020

MILANO - Si chiama Women4Cyber il registro europeo delle donne che operano nel campo della cybersecurity, uno strumento che mira ad accrescere l’equilibrio di genere nella forza lavoro del settore. Diversi i suoi obiettivi: promuovere la cultura della sicurezza informatica tra tutti gli Stati membri dell’Unione e collegare i vari gruppi di esperti del settore, le imprese, le associazioni, le Istituzioni nazionali. Si tratta di una banca dati aperta che avrà anche il ruolo di soddisfare la domanda di professionisti nel settore della cyber sicurezza nell’Unione europea.

“La cibersicurezza ci riguarda tutti. Le donne portano esperienza, punti di vista e valori nello sviluppo delle soluzioni digitali. È importante sia arricchire il dibattito che rendere il ciberspazio più sicuro“ - è il commento di Margrethe Vestager, Vicepresidente esecutiva per un’Europa pronta per l’era digitale.

Una carenza di competenze da colmare

“Nel settore della cibersicurezza vi è un’enorme carenza di competenze. Questa carenza di talenti è aggravata dalla mancanza di una rappresentanza femminile nel settore. L’agenda per le competenze aggiornata, adottata dalla Commissione nelle scorse settimane, mira a colmare queste lacune” - ha aggiunto Margaritis Schinas, Vicepresidente per la Promozione dello stile di vita europeo.

Questa Agenda, presentata il 1° luglio scorso, è un documento che si propone di migliorare le competenze sulla competitività sostenibile, l’equità sociale e la resilienza, fissando obiettivi quantitativi ambiziosi per lo sviluppo delle conoscenze professionali (miglioramento delle competenze esistenti) e la riqualificazione (formazione volta all’acquisizione di nuove competenze) da conseguire entro i prossimi 5 anni, integrando competenze diverse, dalla scienza dei dati, all’analisi, alla comunicazione. 

 

(Fonte:Key4Biz) 

 



Tutte le news