venerdì, 23 ottobre 2020

News

Normative

Decreto Ministero dell’Interno: Regola tecnica di prevenzione incendi per gli asili nido

07/05/2020

ROMA - E' stato pubblicato sulla G.U. n. 98 del 14 aprile 2020 il D.M. del 6 aprile 2020 concernente l’ “Approvazione delle norme tecniche di prevenzione incendi per gli asili nido”.

La nuova Regola Tecnica Verticale (RTV) si applica agli asili nido con un numero di occupanti superiore a trenta, esistenti alla data di entrata in vigore del decreto e a quelli di nuova realizzazione.

Per quanto riguarda la classificazione, le aree vengono individuate in base a:

Destinazione principale: presenza di bambini; uffici e servizi; confezionamento pasti nel caso vi siano impianti a gas; locali per lavaggio biancheria o destinati a depositi; spazi comuni.

La valutazione del rischio d’incendio deve tenere conto della vulnerabilità e delle capacità motorie, che non consentono di raggiungere autonomamente un luogo sicuro, nonché delle condizioni di permanenza dei bambini nella struttura (es. in culle, nei lettini etc.) soprattutto ai fini della progettazione del sistema di esodo e della gestione della sicurezza antincendio.

Ai fini dell’attribuzione del livello di prestazione della gestione di sicurezza antincendio, il numero dei posti letto deve presumersi pari a quello dei bambini. Deve essere prevista segnaletica di sicurezza a pavimento finalizzata ad indicare le vie d’esodo fino al luogo sicuro in ogni condizione di esercizio dell’attività.

La frequenza delle prove di attuazione del piano di emergenza deve essere non inferiore a tre volte l’anno e, comunque, la prima prova deve essere effettuata entro due mesi dall’apertura dell’anno educativo. Tutto il personale addetto all’attività deve ricevere formazione antincendio specifica secondo la normativa vigente. Di esso un numero non inferiore a 4 fino a 50 occupanti, deve essere in possesso di specifico attestato di idoneità tecnica. In caso di più di 50 occupanti, la necessità di un numero superiore di addetti in possesso dell’attestato di idoneità tecnica è frutto di specifica valutazione del rischio.

 



Tutte le news