martedì, 7 aprile 2020

News

Eventi

DEA Security EXPO 2020, presenti tutte le figure professionali della filiera della sicurezza

10/02/2020

MILANO - Si è concluso il DEA Security EXPO 2020 di Milano, un evento che il 30 e 31 gennaio scorso ha visto la partecipazione di quasi 300 tra professionisti della sicurezza e utenti finali. 

L’obiettivo di DEA Security, il noto produttore italiano di sistemi antintrusione perimetrali, era quello di sperimentare una formula che andasse oltre ai classici workshop e open day. Una formula che riuscisse a coniugare aspetti tecnici e aspetti commerciali, mettendo a disposizione contenuti che potessero risultare usufruibili e d’interesse per una variegata platea di clienti e figure professionali: dall’installatore al progettista, dall’integratore al distributore, dal consulente all’utente finale. 

E i contenuti non sono di certo mancati. Presso l’Expo erano infatti a disposizione le strutture demo funzionanti di tutti i sistemi di rivelazione DEA, composte da sensori applicati a strutture reali, unità elettroniche di analisi, software di service e monitor dedicati. Era inoltre possibile assistere a presentazioni su megaschermo, prelevare documentazioni commerciali e interloquire con tecnici, ingegneri, commerciali e titolari DEA. 

“Considerando l’ormai elevato numero di eventi dedicati alla sicurezza, soprattutto su una piazza così ambita e importante come Milano, siamo molto soddisfatti dal feedback ricevuto”, ha dichiarato Giorgio Tonelli, Amministratore Delegato di DEA Security . “Quello che ci ha fatto particolarmente piacere, al di là della mera affluenza, è l’essere riusciti a mettere insieme tutte le figure professionali che fanno parte della filiera della sicurezza, fornendo loro spazi e spunti per la discussione e lo scambio di informazioni”. 

Informazioni e contenuti tangibili

“Il nostro scopo era soprattutto quello di mettere a disposizione dei professionisti del settore, ma anche degli utenti finali, un evento che fosse più accogliente, rilassato e interattivo di una fiera”, ha commentato il Presidente dell’azienda, Aldo Tonelli. “Con l’Expo riteniamo di aver fornito ai visitatori non soltanto informazioni concrete, ma anche contenuti tangibili, ossia prodotti che potevano essere visti in funzione, toccati con mano e sui quali era possibile richiedere ogni tipo di informazione tecnica e commerciale”. 

Sul palcoscenico dell’Expo un ruolo di primo piano lo ha giocato l’esclusiva tecnologia di rivelazione e analisi DEA Sensor Fusion (DSF), impiegata sia sul nuovo sistema di protezione per recinzioni Fusion P2P sia sulla nuova gamma di rivelatori per interno SPC PRO e Xensity. Grazie all’impiego di due differenti tipi di sensore, uno piezoelettrico e l’altro MEMS, e sopratutto ad algoritmi di intelligenza adattiva, DSF permette ai nuovi sensori di adattarsi a una grandissima varietà di contesti applicativi e di operare con un livello di efficienza che, attualmente, non trova eguali nel panorama dei rivelatori sismici perimetrali.   

“La tecnologia DSF è una innovazione che ha indubbiamente aperto nuove frontiere nella rivelazione antintrusione perimetrale”, ha concluso Giorgio Tonelli. “Per tutti gli aggiornamenti in merito Vi invitiamo a seguirci su web e social". 

Link Fusion P2P: https://www.deasecurity.com/fusion-p2p/

Link SPC-PRO: https://www.deasecurity.com/spc-pro/

 

 

    


maggiori informazioni su:
https://www.deasecurity.com/



Tutte le news