sabato, 8 agosto 2020

News

Normative

Suprema Corte: “Senza accordo sindacale, no alla videosorveglianza sul luogo di lavoro”

19/12/2019

MILANO - Con una sentenza innovativa, La Suprema Corte ripropone il tema, attuale e sempre piuttosto controverso, della videosorveglianza sul posto di lavoro.

La recentissima sentenza 50919, del 17 dicembre 2019 della Cassazione, indica infatti che il datore rischia un’ammenda onerosa qualora installi un sistema di videosorveglianza in un luogo di lavoro senza l’accordo sindacale, anche se i lavoratori hanno in precedenza accordato il permesso ad essere ripresi.

Con questa sentenza, la Suprema corte ha quindi respinto il ricorso di un imprenditore che aveva installato telecamere per il controllo a distanza del personale. Il ricorso della difesa si è rivelato inutile: il legale aveva sostenuto che la telecamera era stata installata solo dopo il consenso scritto degli impiegati, ma la tesi non è stata accolta dai Supremi giudici, che hanno risolto la questione attenendosi allo Statuto dei lavoratori, in particolare all’articolo 4.

Tale norma inibisce, in assenza dello svolgimento delle preordinate intese con le rappresentanze dei lavoratori, ovvero in assenza di una specifica autorizzazione da parte dell’Ispettorato del lavoro, l'istallazione di dispositivi di videsorveglianza a distanza.

Risulta irrilevante il fatto che le immagini riprese con tali strumenti siano nella disponibilità del datore di lavoro. Secondo il parere della Cassazione, "il consenso o l’acquiescenza che il lavoratore potrebbe, in ipotesi, prestare o avere prestato, non svolge alcuna funzione esimente, atteso che, in tal caso, l’interesse collettivo tutelato, quale bene di cui il lavoratore non può validamente disporre, resta fuori dalla teoria del consenso dell’avente diritto. Non è, nel caso descritto, la condotta del lavoratore riconducibile al paradigma generale dell’esercizio di un diritto, trattandosi della disposizione di una posizione soggettiva, a lui non spettante in termini di esclusività".  



Tutte le news

Coronavirus e comparto sicurezza
Check APP per la videosorveglianza

Calendario Corsi 2020

INTERACTIVE LIVE STREAMING
23-24-25 settembre 2020

Formazione privacy

  • Videosorveglianza e privacy: tecnologie, GDPR, videosorveglianza, cosa cambia?
    Validato da TÜV Italia
  • 10 domande sulla Privacy
    Validato da TÜV Italia

Formazione Norme CEI

  • Norma CEI 64-8: Criteri di prestazione dell'impianto elettrico
    Validato da TÜV Italia
  • Realizzi un impianto antintrusione secondo la norma?
    Validato da TÜV Italia
  • Norme CEI: Analisi e valutazione del rischio
    Validato da TÜV Italia

Formazione Antincendio

  • Il nuovo Codice di Prevenzione incendio

Formazione Responsabilità

  • Obblighi e responsabilità per gli operatori della videosorveglianza
    Validato da TÜV Italia

Formazione Commerciale

  • Vendere Sicurezza - Prima e dopo il Covid: come è cambiata la vendita

Formazione Manageriale

  • Welfare aziendale: come costruire un piano di successo

Videsorveglianza Urbana integrata

  • Per Operatori della Pubblica Amministrazione
    23 settembre, 9:00-12:30

Privacy Channel

Ethos Academy

  • Nuova data Privacy Officer e consulente della privacy nel settore Videosorveglianza
    Bologna, 29-30 Ottobre

Tecniche di vendita

Vitekna

  • Vendere sicurezza 2.0: dopo il Covid-19 come cambia la vendita
    Cercola (NA), 3-10-17 ottobre

Vigilo4You - Vigilanza Group

  • Vendere sicurezza oggi
    Brescia, data in definizione

Pillole formative

DST
Norme CEI sistemi videosorveglianza

  • Cologno Monzese (MI)
    data in definizione

Ethos Academy propone corsi propedeutici che portano alla certificazione degli operatori
Scopri la programmazione »