lunedì, 13 luglio 2020

News

Business & People

Sicurezza urbana, a Bologna progetto esecutivo da 1,1 milioni di euro per la videosorveglianza

23/12/2019

BOLOGNA - Viene dalla città di Bologna, un valido esempio di come si possano utilizzare in modo proficuo i fondi messi a disposizione dal Ministero dell'Interno che, con Il DM pubblicato in GU n. 57 del 9/3/2018, in attuazione del DL 14\2017, più noto come Decreto Sicurezza prevede all’art. 5 la possibilità, per i Comuni, di essere sostenuti a livello governativo centrale nell’implementazione di sistemi TVCC, da utilizzare preferibilmente in modalità interforze.

Il capoluogo emiliano potrà infatti contare su nuove telecamere per vigilare su 16 piazze e nove porte cittadine, sistemi che potenzieranno il sistema di videosorveglianza, integrata con il sistema di controllo della rete di illuminazione pubblica.

Il settore Manutenzione ha infatti approvato un progetto esecutivo da 1,1 milioni di euro. Nel 2018 il Comune, tramite la Prefettura, chiese l'accesso a un finanziamento del ministero dell'Interno per 600.000 euro, impegnandosi a coprire la quota restante. Il progetto del Comune si è piazzato nella graduatoria ministeriale in una posizione utile e lo scorso ottobre la Prefettura ha comunicato di aver emesso l'ordine di accreditamento dei 600.000 euro.

Come si legge nel documento approvato dagli uffici comunali per dare l'assenso al progetto esecutivo: la "finalità prioritaria" dell'intervento è quella di "intervenire con l'istallazione di nuovi sistema di videosorveglianza o analoghi sistemi per acquisire immagini e segnali da trasferire alle forze dell'ordine".

Nel progetto, oltre all'installazione degli impianti di videosorveglianza, rientra l'interconnessione di tutte le aree tramite fibra ottica e il potenziamento o l'installazione ex novo di server. E' infine  prevista una spesa di 40.000 euro l'anno tra consumo di energia elettrica, gestione della fibra ottica e manutenzione delle telecamere.

 

 

    



Tutte le news