sabato, 8 agosto 2020

W la Privacy

W la Privacy

Soltanto il 20% delle strutture sanitarie è attento alla sicurezza dei dati personali

13/12/2019

MILANO - Emerge un dato allarmante dalla tavola rotonda "Cybersecurity e privacy in Sanità", proposta dal 14esimo Forum Risk management in Sanità: la Sanità italiana è sotto il livello minimo di sicurezza nella conservazione dei dati. E' quindi imprescindibile una maggiore sicurezza, un cambio di passo per garantire una vera innovazione del sistema informatico e di conservazione dei dati stessi.

La crescente digitalizzazione dei documenti e dei processi nel settore sanitario impone alle strutture, sia pubbliche sia private, di valutare attentamente gli aspetti legati al trattamento dei dati, ponendo la massima cura nell’adottare misure adeguate soprattutto dei dati potenzialmente idonei a rivelare lo stato di salute e la vita sessuale dei pazienti.

Sottolinenando come un processo lento di innovazione  abbia come conseguenza episodi allarmanti (basti pensare anche a quello che, in tempi recentissimi, ha coinvolto 50 milioni di utenti statunitensi di Google, derubati dei dati sulla loro salute), Massimo Annicchiarico, Dg dell'ospedale San Giovanni Addolorata di Roma, ha commentato: "La trasformazione digitale deve essere accompagnata da una migliore e più efficiente organizzazione aziendale, dato che l' innovazione digitale viaggia almeno quattro volte più veloce rispetto a quella che interessa i nuovi modelli organizzativi. Oggi gli investimenti digitali riguardano soltanto la manutenzione dei sistemi e non lo sviluppo e questo deve far riflettere".

Enrico Desideri, presidente della Fondazione Gutemberg, ha infine evidenziato la necessità di pensare al Cloud sanitario come punto di arrivo, arrestando i singoli sistemi informatici aziendali e puntando sulla corretta formazione del personale e su un'efficace comunicazione ai cittadini, affinché si crei la percezione di un sistema di raccolta e conservazione sicuro.

    


maggiori informazioni su:
www.fedeprivacy.org



Tutte le news

Calendario Corsi 2020

INTERACTIVE LIVE STREAMING
23-24-25 settembre 2020

Formazione privacy

  • Videosorveglianza e privacy: tecnologie, GDPR, videosorveglianza, cosa cambia?
    Validato da TÜV Italia
  • 10 domande sulla Privacy
    Validato da TÜV Italia

Formazione Norme CEI

  • Norma CEI 64-8: Criteri di prestazione dell'impianto elettrico
    Validato da TÜV Italia
  • Realizzi un impianto antintrusione secondo la norma?
    Validato da TÜV Italia
  • Norme CEI: Analisi e valutazione del rischio
    Validato da TÜV Italia

Formazione Antincendio

  • Il nuovo Codice di Prevenzione incendio

Formazione Responsabilità

  • Obblighi e responsabilità per gli operatori della videosorveglianza
    Validato da TÜV Italia

Formazione Commerciale

  • Vendere Sicurezza - Prima e dopo il Covid: come è cambiata la vendita

Formazione Manageriale

  • Welfare aziendale: come costruire un piano di successo

Videsorveglianza Urbana integrata

  • Per Operatori della Pubblica Amministrazione
    23 settembre, 9:00-12:30

Privacy Channel

Ethos Academy

  • Nuova data Privacy Officer e consulente della privacy nel settore Videosorveglianza
    Bologna, 29-30 Ottobre

Tecniche di vendita

Vitekna

  • Vendere sicurezza 2.0: dopo il Covid-19 come cambia la vendita
    Cercola (NA), 3-10-17 ottobre

Vigilo4You - Vigilanza Group

  • Vendere sicurezza oggi
    Brescia, data in definizione

Pillole formative

DST
Norme CEI sistemi videosorveglianza

  • Cologno Monzese (MI)
    data in definizione

Ethos Academy propone corsi propedeutici che portano alla certificazione degli operatori
Scopri la programmazione »