lunedì, 22 luglio 2019

News

Business & People

Cyber security: l’industria italiana non valuta a dovere il pericolo

02/05/2019

MILANO - Le imprese italiane rivolgono un impegno e un'attenzione crescente al tema degli attacchi informatici. La minaccia cyber, stando ai dati di un rapporto svolto dal Centro Studi di Confindustria diretto da Andrea Montanino, dal titolo: "Dove va l'economia italiana e gli scenari geoeconomici", a livello globale è destinata a crescere, insieme ad una progressiva digitalizzazione della società e all’evoluzione degli strumenti di attacco.

Occorre anche evidenziare che questi attacchi cibernetici hanno costi, che ricadono su cittadini, imprese e amministrazioni pubbliche, mettendo a rischio i benefici economici della digitalizzazione, al punto che, nel 2030, potrebbero arrivare a pesare per l’1,2% del Pil mondiale.

Per quanto riguarda il nostro paese, la società italiana di trova al 25esimo posto in Europa (su 28) per livello di competenze digitali e questo la rende particolarmente vulnerabile agli attacchi. Nel corso del 2018 gli attacchi cibernetici si sono quintuplicati e hanno interessato ambiti diversi e vari settori economici: energia (11% del totale, il settore maggiormente colpito da queste minacce), trasporti e telecomunicazioni, finanza.

L’intelligence italiana, stando a quanto riferito di recente dal numero uno del Dis, il generale Gennaro Vecchione, darà l'avvio a una campagna di sensibilizzazione sul tema della cyber security, con particolare riferimento al mondo economico-finanziario. 

“Ci siamo resi conto”, ha infatti sottolineato il direttore del dipartimento, “che nelle imprese erano diverse le sensibilità sul tema. Parleremo a tutti gli industriali per far capire quanto sia importante fare rete, comunicare, soprattutto nelle aziende di assoluto rilievo strategico nazionale”.

Obiettivo di questa iniziativa è accrescere la consapevolezza nel mondo economico-finanziario. Si tratta, ha puntualizzato, “di un sistema di interesse nazionale, ed è per questo necessario non sottovalutare nessun attacco: se c’è ha sempre un obiettivo specifico, che spesso ha un valore economico”. Ha quindi concluso che verranno elaborate le regole di ingaggio e verrà comunicato alle imprese "come devono relazionarsi con noi”.

 

   

(Fonte: formiche.net)



pagina precedente
Check APP per la videosorveglianza

Calendario Corsi 2019

Videsorveglianza Urbana Integrata

Ethos Academy

  • Brugherio (MB)
    martedì 10 settembre

Videosorveglianza e Privacy

Spark

  • Padova
    mercoledì 25 settembre
  • Torino
    Giovedì 10 ottobre
  • Roma
    Giovedì 17 ottobre

Pillole formative

Ethos Academy propone corsi propedeutici che portano alla certificazione degli operatori
Scopri la programmazione »

Rimani aggiornato sulle nuove normative