sabato, 15 maggio 2021

Articoli

Scarica allegato

L’importanza della Norma CEI 64-8 per gli installatori della sicurezza

13/04/2021

di Giovanni Scotti - Ingegnere elettronico, formatore e docente Ethos Academy

Quante volte vi è capitato di installare un nuovo circuito, in un impianto elettrico esistente, per alimentare un carico destinato alla sicurezza (per esempio una centrale di allarme, un sistema di controllo accessi, una centrale antincendio)? In questo caso si parla di ampliamento dell’impianto elettrico, ossia s’intende la sua espansione con aggiunta di uno o più circuiti. 

Secondo il DM n.37 del 2008 art. 7 comma 1, alla modifica di un impianto elettrico deve obbligatoriamente seguire una dichiarazione di conformità rilasciata dalla ditta installatrice con gli elaborati obbligatori previsti dal Decreto. La Dichiarazione di Conformità, detta comunemente “37-08”, ha lo scopo di salvaguardare gli installatori da eventuali responsabilità in caso di incidenti causati da successive manomissioni. Per questo motivo, nel redigerla, è necessario essere il più precisi possibili.

La Di.Co. 37-08 

Quindi, oltre a rilasciare la Dichiarazione di Conformità relativa all’impianto di sicurezza installato, va rilasciata anche la Dichiarazione di Conformità a seguito dell’ampliamento dell’impianto elettrico. 

E’ molto importante fare attenzione nel compilare questo documento in quanto è importante riportare ciò che è stato modificato, in modo da non assumersi responsabilità per i lavori svolti da altri. L’art.7 del DM 37-08 infatti recita che: “In caso di rifacimento parziale di impianti, il progetto, la dichiarazione di conformità e l’attestazione di collaudo ove previsto, si riferiscono alla sola parte degli impianti oggetto dell’opera di rifacimento, ma tengono conto della sicurezza e funzionalità dell’intero impianto. Nella dichiarazione di cui al comma 1 e nel progetto di cui all’articolo 5, è espressamente indicata la compatibilità tecnica con le condizioni preesistenti dell’impianto.”

Come redigerla

Quindi, per il caso preso in esame, nella nuova Di.Co. dell’impianto elettrico va spuntata la dicitura “ampliamento”, va riportata una breve descrizione schematica nell’apposito campo, richiamati i riferimenti della Di.Co. esistente, indicata la Norma tecnica applicabile, che nel caso specifico è la CEI 64-8, poi vanno redatti gli allegati obbligatori - che sono rappresentati dalla relazione tipologica dei materiali impiegati, dal progetto semplificato redatto dal responsabile tecnico della ditta installatrice o da un professionista abilitato (qualora ricorra l’obbligo ai sensi dell’articolo 5, comma 3) e la copia del certificato di riconoscimento dei requisiti tecnico-professionali. 

Perché approfondire la CEI 64-8?

Abbiamo richiamato la CEI 64-8, ovvero la norma tecnica, richiamata nella 37-08, che racchiude le definizioni e le prescrizioni per la progettazione, realizzazione e verifica degli impianti elettrici utilizzatori a bassa tensione alla quale devono attenersi gli installatori e i progettisti. Nel caso su menzionato, l’installatore, per poter collegare il dispositivo di sicurezza all’impianto elettrico esistente, dovrà scegliere ed installare un cavo elettrico avente determinate caratteristiche, scegliere la posa del cavo, proteggere la linea in cavo da eventuali sovraccarichi e/o corto-circuiti scegliendo ed installando all’interno di un quadro/sottoquadro elettrico, dopo averne verificato gli spazi, un interruttore automatico di protezione, scegliere ed installare un dispositivo differenziale detto comunemente “salva-vita”, assicurarsi che l’impianto a monte sia protetto da sovratensioni ed eventualmente scegliere ed installare un SPD e collegare la Centrale mediante un conduttore gialloverde al collettore principale di terra dell’impianto di terra. L’installatore dovrà, inoltre, verificare correttamente la sicurezza e la funzionalità dell’intero impianto a monte del nuovo circuito installato e redigere il progetto semplificato (qualora non ricorra l’obbligo del progetto redatto da un professionista ai sensi dell’articolo 5, comma 3) da allegare alla Di.Co. 37-08.

La versione integrale dell’articolo riporta tabelle, box o figure, per visualizzarle apri il pdf allegato. 

Scarica allegato


Tutti gli articoli