martedì, 16 ottobre 2018

Applicazioni e soluzioni

Focus Product

Comunicazione e integrazione in una centrale d’allarme

22/11/2017

I sistemi di allarme antintrusione hanno subito una trasformazione profonda, in conseguenza dell’innovazione tecnologica e della diffusione di soluzioni informatiche ormai molto popolari. Lo smartphone identifica il desiderio di connessione totale, quasi come estensione corporea e illusione di ubiquità: per offrire tranquillità anche il sistema di allarme deve essere connesso. Le centrali di allarme sono a loro volta cambiate: nuove funzioni consentono oggi di soddisfare anche richieste particolari di un’utenza sempre più esigente. La complessità crescente della definizione di regole, processi, scenari, ha come conseguenza l’aumento del tempo necessario per eseguire le procedure di programmazione e quindi un incremento nei costi di installazione. Considerando il presente e immaginando il futuro, risulta evidente la necessità di semplificare la configurazione dei sistemi con soluzioni intuitive, rapide, accessibili, in grado di facilitare anche la manutenzione successiva. Risponde a questi principi la centrale SECURBOX IT5, progettata accuratamente da GESCO ponendo la massima attenzione alle aspettative degli utenti e alle esigenze degli installatori, che richiedono prodotti affidabili, competitivi, con diagnostica completa.

CENTRALE SECURBOX IT5

Soluzione ideale per gestire allarmi intrusione, allarmi tecnici, applicazioni domotiche e automazione intelligente, la centrale Securbox IT5 è adatta ad ambiti industriali, commerciali e residenziali. Rappresenta lo stato dell’arte secondo due concetti fondamentali - integrazione e comunicazione - che permettono di ridurre i costi, semplificare l’installazione, la gestione e la programmazione del sistema. Comunicazione significa offrire la possibilità di utilizzare strumenti di uso comune per controllare il sistema, sempre e comunque. Il web server a due livelli è accessibile da qualsiasi dispositivo tramite browser senza bisogno di installare alcun software specifico, indipendentemente dal sistema operativo. La centrale è raggiungibile da remoto tramite il servizio cloud UBIWAY, grazie alla connessione internet o alla rete mobile GPRS, secondo la disponibilità. La gestione della centrale è inoltre possibile tramite il menù vocale telefonico completo e l’utilizzo dei messaggi SMS, reso ancora più intuitivo ed efficace dall’app gratuita GESCO MOBILE disponibile per iPhone e Android. La configurazione è intuitiva, flessibile, aperta, evoluta: grazie alla logica programmabile si possono concatenare liberamente gli stati operativi dei sensori e della centrale con gli orari e l’attività degli utenti, generando delle vere e proprie funzioni “su misura” del cliente. La funzione bootloader consente di aggiornare il firmware della scheda senza necessità di rimuoverla, riducendo i costi e il rischio di errori. Tutte le informazioni di configurazione e i dati della memoria eventi a 1.000 posizioni possono essere scaricate in qualunque momento.

RISORSE COMPLETE

Costituita da una scheda unica completamente integrata, che non necessita di moduli aggiuntivi, la centrale dispone di risorse complete: processore ARM a 32 bit, memoria estesa, connessione Ethernet, modulo GSM/GPRS, sezione TTS (text-to-speech), ingressi, uscite, 2 bus seriali per collegare tastiere, sirene, espansioni radio. Gestisce 72 ingressi cablati, di cui 8 a bordo scheda, e 64 radio per un totale di 136 zone, completamente programmabili, per tipologia e funzione. Le uscite disponibili sono 8, espandibili a 40 con moduli dedicati alle attivazioni domotiche anche via radio. Tutte le unità radio sono bidirezionali, utilizzano la banda degli 868 MHz e comunicano tramite protocollo proprietario, antintercettazione. Le batterie sono esclusivamente commerciali al litio e garantiscono autonomie dai 3 ai 10 anni. Sono previsti 32 utenti, che possono comandare il sistema con codici numerici, chiavi elettroniche a prossimità, lettori biometrici per impronte digitali, radiocomandi. La programmazione oraria attiva automaticamente il sistema di allarme e altre funzioni elettriche. L’integrazione con l’impianto elettrico è garantita dai moduli domotici a 4 relè, controllati dalla centrale via cavo o via radio, e comandati anche tramite pulsanti collegati localmente. Ogni relè può essere bistabile, impulsivo, temporizzato; i contatti hanno elevata tensione di isolamento e alta portata in corrente. Le segnalazioni di stato e di allarme vengono inoltrate ad una rubrica di 16 utenti con messaggi vocali, sms e email; la sequenza delle notifiche è programmabile per utente e per tipologia. Tutti i testi sono personalizzabili, per i nomi di utenti e sensori sono disponibili 16 caratteri; le indicazioni degli eventi sono dettagliate anche nelle chiamate vocali, grazie alla tecnologia text-to-speech. La centrale è disponibile in due versioni, che differiscono solo per il contenitore e la batteria alloggiabile: entrambe utilizzano l’alimentatore caricabatteria ad alta efficienza da 2 Ampere.


maggiori informazioni su:
www.gesco.it



pagina precedente