martedì, 13 novembre 2018

Solutions Gallery

Solution

Massimo grado di sicurezza per un nuovo grattacielo

02/07/2018

COMETA ha messo in sicurezza i punti nevralgici di un nuovo grattacielo composto da uffici e appartamenti privati, trasformandolo in un edificio ad alto grado antieffrazione. Le molteplici soluzioni applicate possono essere racchiuse in quattro macro famiglie: a) sistemi di controllo e gestione singole porte (tutte le porte principali sono dotate di elettroserratura di sicurezza collegate in rete sicura al sistema di controllo accessi e al sistema di supervisione, monitoraggio e bonifica); b) filtro a porte interbloccate, manuali e automatiche con Metal Detector e controllo accessi; c) porte blindate antieffrazione e antiproiettile per le vie di esodo (libere in uscita, controllate e bloccate per l’ingresso); d) sistema centralizzato PSIM in control room per monitoraggio, controllo e gestione real time di porte, serrature e filtri di accesso dell’intero palazzo.

LA SOLUZIONE

Sistemi a porte interbloccate RC4 - Installazione di varie tipologie di portali antieffrazione. Si parla di una revolving door (porta girevole di sicurezza) con metal detector e unicità di passaggio posta nella hall di entrata in cui è presente la guardiola equipaggiata con vetri antiproiettile, sistema passa-pacchi di sicurezza e porta blindata RC4 + antiproiettile FB3. Al piano terra è presente anche un’area ad accesso limitato, che comprende la sala control room della vigilanza, dalla quale è possibile monitorare l’intero palazzo e tutte le telecamere. L’entrata della control room è protetta con un sistema a porte interbloccate (RC4 e FB3) con lettori badge e impronta digitale. Porte anti-sfondamento e antiproiettile. Nei punti nevralgici del grattacielo sono state installate porte blindate CoMETA sia cieche che vetrate con grado antieffrazione RC4 UNI EN 1627 e resistenza balistica FB3 UNI EN 1522, equipaggiate con serratura a tre punti di chiusura con massimo livello antieffrazione (grado 7 UNI EN 12209). Nei piani inferiori adibiti a parcheggio e al piano del tetto sono state installate uscite di emergenza CoMETA anch’esse RC4 e FB3 con certificazione CE per le vie di fuga secondo UNI EN 14351-1 (con maniglione antipanico). Infine, per l’accesso alle aree safe, in cui sono presenti casseforti e database di grande valore, sono state scelte porte blindate CoMETA equipaggiate con due serrature, di cui una a movimento elettromagnetico con cilindro schiavizzato e l’altra 3+1 punti di chiusura (a richiusura automatica).

I BENEFICI

Tutte le tipologie di porte sono collegate al sistema di centralizzazione che controlla real time ogni singolo device di sicurezza installato in uno stesso edificio, come pure in uffici/filiali di edifici distanti tra loro. Si ottiene così il monitoraggio e controllo di ogni singola serratura, portali antieffrazione e uscite di emergenza. Il sistema è progettato per essere integrato con gli altri sistemi di sicurezza (allarme/TVCC/ incendio). Consente il controllo dei Log-eventi, l’analisi di stato, l’invio di alert in automatico, il ripristino dei sistemi e la programmazione dei parametri. Tutto è disponibile via PC installato in control room e/o in un ufficio remoto.


maggiori informazioni su:
www.cometaspa.com



pagina precedente

È un progetto
Ethos Media Group

Sezione dedicata alla valorizzazione delle soluzioni di sicurezza per mercati verticali

Obiettivi

La crescita e l'innovazione tecnologica, accelerata dalla tecnologia IP sta portando il comparto della sicurezza verso la crescita e la consapevolezza che il futuro sono le soluzioni e l'integrazione.

Per questo, quando una soluzione/applicazione è significativa e rappresenta un'eccellenza è giusto lasciarne traccia.

Solutions Gallery vuole quindi raccogliere le soluzioni/applicazioni più significative, create per i mercati verticali, i case history, le idee, che hanno portato alla scelta installativa.

Si parte dallo stato dell'arte e la sfida tecnologica per identificare quale siano le esigenze del committente.
Si passa alla tecnologia messa in campo, quindi viene descritta la soluzione adottata, per poi passare al vantaggio per la committenza.
Il tutto raccontato in modo semplice e pratico, descrivendo la location, la tipologia dell'installazione, i tratti salienti del sistema, le funzionalità principali, il tutto esprimendo le potenzialità dell'applicazione e il vantaggio che ne deriva.