martedì, 30 novembre 2021

Solutions Gallery

Solution

Il Museo Diocesano Hofburg sceglie telecamere IP per proteggere il patrimonio culturale

10/11/2021

Fondato nel 1901 per contrastare la deportazione delle opere d’arte ecclesiastiche, il Museo Diocesano Hofburg di Bressanone ospita, in oltre 70 suggestive sale espositive, una collezione di altissimo pregio che comprende opere d’arte dal Medioevo al XX secolo e il Tesoro del Duomo di Bressanone. L’impianto di videosorveglianza analogico era datato e non più manutenibile. Nel valutare la scelta delle nuove apparecchiature, il Museo si è affidato a NICOM Securalarm, che ha predisposto la sostituzione delle telecamere analogiche presenti, intervenendo il meno possibile sul layout dell’impianto in funzione. 

La soluzione

Nuove telecamere IP Panasonic sono quindi state montate esattamente al posto delle precedenti analogiche: 75 nelle sale del Museo; 9 nei corridoi; una per la cassa/biglietteria. Sono state poi aggiunte 2 telecamere sulla facciata frontale per il monitoraggio dall’alto dell’ingresso principale e dell’ampio cortile esterno. Le nuove telecamere dotate di LED IR garantiscono immagini di qualità, a colori e contraddistinte da un’elevata nitidezza anche al buio. Aver potuto montare le telecamere IP nella stessa posizione delle precedenti ha accorciato i tempi e garantito riprese molto più ampie e a colori di ogni singolo punto cieco delle 75 stanze videosorvegliate, con un particolare occhio all’estetica. Nove telecamere sorvegliano altrettanti corridoi lunghi e stretti: specifici teleobiettivi (9-22mm ottici) sono stati montati sui dispositivi per permettere la regolazione automatica delle schermate in base alle mutevoli necessità di ripresa. La possibilità di selezionare l’area su cui focalizzare l’inquadratura permette di impegnare in questi dispositivi maggiore dettaglio su un particolare all’interno della scena ripresa, anche a lunga distanza. Dello stesso modello, ma con ottica differente (2.8-10mm ottici), è infine la telecamera posta a sorveglianza delle casse. Le immagini raccolte dalle 86 camere IP Panasonic vengono visualizzate su due grandi schermi posti presso la biglietteria, entrambi predisposti alla visione di 12 immagini fisse. Un impianto di questo genere dà la garanzia al personale del Museo di ottenere una visione e un controllo continui su un numero significativo di stanze, altrimenti impossibile da monitorare. Due telecamere sono state poi installate sui due lati della facciata frontale del Palazzo: montate su rispettive finestre poste al livello del sottotetto, puntano rispettivamente in direzione destra e sinistra per monitorare dall’alto l’intera area dell’ingresso e l’ampio cortile antistante, spesso sede di concerti ed eventi dal vivo. La scelta è ricaduta su telecamere Panasonic da esterni resistenti all’umidità e agli agenti atmosferici, da 5 Megapixel.  

I benefici

Il Museo ospita una serie di opere davvero particolari e uniche: per questo il Direttore Peter Schwienbacher cercava la miglior tecnologia esistente. Le elevate performance e la qualità delle immagini ottenute con il nuovo impianto rispecchiano l’eccellenza che desiderava raggiungere: pieno controllo negli spazi del Palazzo e nel cortile, massima qualità delle immagini e un ottimo rapporto qualità prezzo.


maggiori informazioni su:
https://i-pro.com/eu/en



Altre Solution

È un progetto
Ethos Media Group

Sezione dedicata alla valorizzazione delle soluzioni di sicurezza per mercati verticali

Obiettivi

La crescita e l'innovazione tecnologica, accelerata dalla tecnologia IP sta portando il comparto della sicurezza verso la crescita e la consapevolezza che il futuro sono le soluzioni e l'integrazione.

Per questo, quando una soluzione/applicazione è significativa e rappresenta un'eccellenza è giusto lasciarne traccia.

Solutions Gallery vuole quindi raccogliere le soluzioni/applicazioni più significative, create per i mercati verticali, i case history, le idee, che hanno portato alla scelta installativa.

Si parte dallo stato dell'arte e la sfida tecnologica per identificare quale siano le esigenze del committente.
Si passa alla tecnologia messa in campo, quindi viene descritta la soluzione adottata, per poi passare al vantaggio per la committenza.
Il tutto raccontato in modo semplice e pratico, descrivendo la location, la tipologia dell'installazione, i tratti salienti del sistema, le funzionalità principali, il tutto esprimendo le potenzialità dell'applicazione e il vantaggio che ne deriva.