sabato, 22 settembre 2018

News

Normative

Operativo il Glossario dell'edilizia libera, dal 22 aprile niente più burocrazia

21/04/2018

ROMA - Al momento di avviare lavori in casa non vi saranno più dubbi e perdite di tempo: dal 22 aprile entra in vigore il nuovo Glossario dell'edilizia libera che elenca punto per punto tutti gli interventi di manutenzione, anche sull'esterno dell'edificio e in giardino, che possono essere effettuati senza la necessità di presentare alcun tipo di comunicazione al comune.

Il Glossario ha valore per l'intero territorio nazionale, di conseguenza nessuno dei comuni può imporre regole più restrittive. Persistono gli obblighi di rispetto delle norme in materia di immobili vincolati, centri storici e aree tutelate come i parchi, in materia di sicurezza e messa norma degli impianti.

Nel Glossario, pubblicato sulla Gazzetta ufficiale del 7 aprile scorso, sono elencate in dettaglio 58 tipologie di opere, in modo da eliminare ogni  dubbio o incertezza sulla necessità di doversi informare agli sportelli comunali prima di poter avviare i lavori.

Per quel che riguarda l'interno degli appartamenti, la lista ricomprende non solo la manutenzione ordinaria, compreso il rifacimento di tutti gli impianti, ma anche le modifiche che non alterano in maniera significativa lo stato dell'immobile e che, di conseguenza, non richiedono la necessità di variazioni catastali una volta terminate.

Riferimenti anche alla sicurezza

Accanto al rifacimento degli intonaci e degli infissi, di parapetti e grondaie, rientrano tra gli interventi completamente liberalizzati la realizzazione di controsoffitti di tipo non strutturale, (quelli che servono come ripostiglio), e l'installazione di scale interne d'arredo. E' stato dato il via libera anche a rampe, montascale e ascensori per abbattere le barriere architettoniche, purché realizzati all'interno degli edifici e senza interventi sulle parti strutturali. Nessuna comunicazione al comune neppure per i pannelli solari e gli altri impianti per il risparmio energetico, a patto che siano realizzati su immobili al di fuori dei centri storici. Sono inclusi anche l'installazione, adeguamento, integrazione, rinnovamento, efficientamento, riparazione e/o messa a norma di Impianti di protezione a antincendio, installazione di inferriate e altri sistemi antntrusione per accrescere le condizioni di sicurezza dell'abitazione.

Per chi ha terrazzi e giardini diventa particolarmente importante la possibilità di installare tende, pergotende e gazebo, purchè si tratti di opere non stabilmente ancorate al suolo, senza la necessità di alcun tipo di comunicazione preventiva. Niente comunicazione neppure per creare aree riservate ai giochi per i bambini con le relative strutture, e per i nuovi impianti di illuminazione.

L'obiettivo del Glossario è quello di semplificare la vita di chi intende apportare miglioramenti alla propria casa. Lo si può scaricare dal sito del ministero delle Intrastrutture.

 La tabella, nello specifico, riporta:

1. Il regime giuridico dell’attività edilizia libera ex art. 6, comma 1, lettere da a) a e-quinquies), del d.P.R. n. 380/2001 e ex art. 17 del d.lgs. n. 128/2006.

2. L’elenco delle categorie di intervento che il d.P.R. n. 380/2001 ascrive all’edilizia libera (art. 6 comma 1), specificato da quanto previsto dalla tabella A del d.lgs. n. 222/2016.

3. L’elenco, non esaustivo, delle principali opere che possono essere realizzate per ciascun elemento edilizio come richiesto dall’art. 1, comma 2 del d. lgs. n. 222/2016.

4. L’elenco, non esaustivo, dei principali elementi oggetto di intervento, individuati per facilitare la lettura della tabella da cittadini, imprese e PA.

 



pagina precedente