venerdì, 25 maggio 2018

News

Business & People

Sicurezza e trasporto pubblico, l'esempio di Trento

12/03/2018

MILANO - Sono 126 su 209 gli autobus urbani in servizio in provincia di Trento dotati di videosorveglianza: cinque le telecamere a bordo. Il progetto prevede che entro la fine dell’anno l'oera venga completata, come stabilito dall’accordo tra Trentino Trasporti e le organizzazioni sindacali, sottoscritto nel corso del 2016.

La dotazione dei mezzi con cinque telecamere a bordo è una delle misure decise per garantire una maggiore sicurezza agli autisti e dei passeggeri, oggetto negli ultimi anni di episodi di violenza e aggressione e come misura deterrente contro atti di vandalismo, renderà il sistema di trasporto urbano un modello pressoché unico in Italia. L’intero parco autobus verrà infatti dotato di questi essenziali dispositivi di sicurezza: la giunta provinciale ha già stanziato 270.000 euro che serviranno per completare il montaggio delle telecamere su tutti gli autobus in servizio, portando l’investimento complessivo a un milione di euro.

 



pagina precedente