domenica, 23 giugno 2024

News

Business & People

La percezione della qualità della vita nelle città italiane, un confronto europeo

12/06/2024

La Commissione Europea ha di recente condotto una rilevazione Quality of life in European cities,  con il contributo dell’Istat - l’indagine si inserisce nel filone di studi sulla “life satisfaction”- che ha interessato alcune cttà europee con l'obiettivo di accrescere la conoscenza sulla qualità della vita percepita in ambito urbano. 

L’indagine si propone di misurare diversi aspetti, tra i quali: la percezione della qualità della vita nella propria città, sia in termini generali che rispetto a specifiche dimensioni (lavoro, servizi pubblici, sicurezza, ambiente, Amministrazione locale ecc.); le opinioni sulla capacità inclusiva della città; il sostegno da parte delle reti sociali e la fiducia verso i propri concittadini; le opportunità offerte dalla città, come trovare un lavoro e un alloggio in cui vivere.

L’obiettivo dello studio è quello di comparare i dati delle 26 città italiane considerate nell’indagine (edizione 2023) alle altre 59 città dell’Unione europea che fanno parte dell’universo di riferimento, al fine di evidenziare punti di forza e di debolezza dei contesti urbani del nostro Paese e di rilasciare informazioni che possono riverlarsi utili a definire meglio le politiche urbane. In totale sono state considerate 85 città.

La percezione di sicurezza nelle città 

Nelle città italiane si registrano le percentuali più basse di persone che si sentono sicure a camminare da sole di notte nella propria città Le percentuali di chi si sente sicuro oscillano tra il minimo registrato a Catania, dove la pensano in tal modo il 16,9% dei cittadini, e il massimo di Copenaghen (86,5%). Nella maggior parte delle città esaminate, le percentuali superano il 60%; delle 26 città italiane, invece, supera questa soglia solo Verona (63%).  

Percentuali relativamente basse di sicurezza percepita nel camminare da soli di notte (inferiori al 30%) sono state riscontrate a Bari, Parma, Venezia, Genova, Taranto, Milano e Catania. Oltre a Verona, le città italiane dove ci si sente abbastanza sicuri a camminare da soli la notte sono Palermo, Bologna, Trento, Trieste e Reggio di Calabria (con quote tra il 50 e il 60% dei residenti che dichiarano di sentirsi sicuri). Valori simili si osservano a Bruxelles, Berlino, Budapest, Bucarest e nella città slovacca di Košice. Tra tutte le capitali prese in esame, Roma è la città con la percentuale più bassa di persone che si sentono sicure a camminare da sole durante le ore notturne. 



Tutte le news